When We Rise, la serie evento che racconta il movimento LGBT americano

di

La prima parte, diretta da Gus Van Sant, verrà proiettata in anteprima al RomaFictionFest.

CONDIVIDI
80 Condivisioni Facebook 80 Twitter Google WhatsApp
4064 1

Sarà presentata sabato prossimo in anteprima mondiale al decimo RomaFictionFest (7-11 dicembre) la prima parte della miniserie When We Rise, sulla nascita e l’ascesa del movimento LGBT americano, dai moti di Stonewall al matrimonio egualitario, attraverso le vere vicende degli attivisti storici. Si tratta dei primi due episodi diretti da Gus Van Sant. In sala ci sarà lo sceneggiatore premio Oscar Dustin Lance Black (fidanzato di Tom Daley).

“Siamo davvero orgoglio di presentare nell’ambito del nostro festival un progetto straordinario come quello di When We Rise”, ha dichiarato Giuseppe Piccioni, direttore artistico del RomaFictionFest.”È molto importante per noi mostrare il grande talento di Dustin Lance Black che racconta una storia di tale portata, di tale rilevanza che siamo certi arriverà dritto al cuore di tutto il pubblico televisivo”.

Vorremmo ringraziare calorosamente la Disney Media Distribution e gli ABC Studios per il sostegno dimostratoci in tutti questi anni”, aggiungono Marco Spagnoli e Gaia Tridente, Direttore della Programmazione Internazionale del RomaFictionFest. “Dalla primissima edizione del RomaFictionFest hanno sempre creduto nel nostro lavoro offrendoci alcuni dei loro progetti più visionari e innovativi, come ad esempio questo di When We Rise”.

Nel cast d’alto livello troviamo Guy Pearce nel ruolo dell’attivista gay Cleve Jones al cui libro When We Rise: My Life in the Movement è ispirata la serie (era interpretato da Emile Hirsch in Milk). Mary-Louise Parker interpreta quello di Roma Guy mentre Rachel Griffiths è la sua compagna Diane. In un episodio appare anche Whoopi Goldberg.

When We Rise andrà in onda a febbraio sul canale ABC mentre in Italia potremo probabilmente vedere le prime puntate in circuitazione nei festival queer primaverili.

Leggi   Tom Daley replica ai critici della GPA: 'non mi interessa cosa dicono, sarò un padre'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...