SONDAGGIO: Quanto conta per te l’età in un rapporto?

di

L'età può davvero influire positivamente o negativamente nella durata di un rapporto? Votate il nostro sondaggio!

6344 1

 Si parla spesso di Dilf o Milf, espressione idiomatica inglese che sta per Dad/Mom I’d Like to Fuck: il sostantivo si utilizza per designare quegli uomini/donne di una certa età che amano accompagnarsi con ragazzi/e molto più giovani di loro. L’argomento è incrostato dei soliti stereotipi: è opinione comune pensare che chi esce con una persona molto più giovane abbia manie di dominio e voglia riprodurre una sorta di rapporto genitoriale, ma non è sempre così.

Il tema dell’età alimenta da sempre un forte dibattito: c’è chi ritiene che sia imprescindibile condividere quantomeno il decennio di nascita col proprio partner e chi non si fa alcun tipo di problema, c’è chi crede che le differenze generazionali che una relazione di questo tipo implicherebbe siano insormontabili e chi le percepisce come un’occasione per crescere mentalmente. I dati statistici in questo senso sono contrastanti: se da un lato è in costante crescita l’interesse dei millenials per le persone di una certa età, dall’altro sembra che i matrimoni in cui la differenza d’età è compresa tra 1 e 5 anni anni durino di più (lo afferma uno studio del Journal of Social Issues).

Le domande sono molteplici: può l’età influire positivamente o negativamente nella durata di un rapporto? Quali sarebbero le differenze incolmabili, se ci sono, di cui tanto si parla? Cosa pensa l’altra faccia della medaglia, e cioè le persone giovani attratte da quelle più mature? Il sesso fatto con una persona di un’età molto differente è ugualmente appagante? Rispondete al nostro sondaggio: quanto è importante l’età del partner in un rapporto sessuale o sentimentale?

 

Leggi   Pornhub, ecco cosa cercano uomini e donne in Italia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...