Malta, l’isola che…c’è! Dove tradizione cattolica e diritti LGBT convivono

di

L'indice ILGA Europe Rainbow registra l'88% dei diritti LGBT riconosciuti nella splendida isola del Mediterraneo. Il Pride del 9 Settembre è l'occasione perfetta per visitarla.

Malta, l'isola dove tradizione cattolica e diritti LGBT convivono.La spiaggia di Ghajn TuffiehaLa spiaggia di sabbia si trova al nord di Malta ed è ideale per chi desidera rilassarsi al mare. (credit Malta Tourism Authority)
La spiaggia di Ghajn Tuffieha
Il Luzzu, una tipica imbaracazione MalteseÉ una tipica e coloratissima imbarcazione maltese con gli occhi di Osiride a prua. (credit Malta Tourism Authority)
malta gay
VallettaLa nomina di Capitale Europea della Cultura 2018 ha reso la capitale ancora più vibrante. (credit Leslie Vella)
malta gay
CominoE’ una splendida isola che si trova tra Malta e Gozo ed raggiungibile con una barca veloce o perché no in barca a vela per poter esplorare le baie meno turistiche.(credit Malta Tourism Authority)
malta gay
Il porticciolo di MarsaxlokkSi tratta di un incantevole villaggio di pescatori nel sud di Malta, famoso per il suo mercato del pesce della domenica (foto di Andrea Menichelli)
malta gay
Gli Upper Barrakka GardensPer una vista mozzafiato sul Porto Grande (credits Andrea Menichelli)
malta gay
I templi di Ggantija, GozoIl sito archeologico, che si trova a Gozo, risale circa al 3600-2800 a.C. I templi sono pertanto le strutture autoportanti più antiche del mondo (credits Malta Tourism Authority)
malta gay
I gallerijaI tipici balconi maltesi (credit Malta Tourism Authority)
malta gay
Comino Scorcio dell'incredibile Laguna Blu dell'isola di Comino, un vero e proprio paradiso per gli amanti dello snorkeling (credit Malta Tourism Authority)
malta gay
San Peter Pool (piscina di San Pietro) a MaltaImmancabile un tuffo a St. Peter’s Pool, una piscina naturale dai riflessi verdi e turchesi (Credits: Andrea Menichelli).
malta gay
Inland sea, GozoImperdibile una gita in barca attraverso L’Inland Sea per ammirare le magnifiche scogliere di Dwejra (foto di Alessandro Mallamaci)
malta gay
    7259 1

    Ben oltre 7000 anni di storia hanno fatto di Malta un prezioso gioiello della cultura mediterranea. Fenici, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni seguiti da francesi e inglesi hanno contaminato queste terre e, come spesso accade, reso l’isola un tripudio alle diverse arti e architetture, creando un melting pot anche negli stili di vita. Nelle ultime decadi, fiera del suo millenario passato fatto di costruttori di tempi e crociati, Malta sta promuovendo con originalità la sua immagine per attrarre nuovi viaggiatori di ogni genere e orientamento.

    Dopo l’approvazione delle Unioni Civili nel 2014, il 12 Luglio 2017 è stato approvato anche il matrimonio egualitario.

     

    Malta cattolica, Malta gay friendly

    Per natura, cultura, collocazione nel centro del Mediterraneo (a pochissimi metri dalla Sicilia), iniziamo subito col dire che Malta è sicuramente la meta ideale per una vacanza di fine estate o, visto il clima, di inizio autunno. Un’ottima occasione potrebbe essere costituita ad esempio proprio dal Malta Pride 2017, che si terrà il 9 settembre. Malta rappresenta sicuramente un’esperienza molto particolare dal punto di vista gay friendly, in un’isola che ha saputo contemperare il progresso nei diritti civili con il mantenimento di una solida tradizione cattolica e la perpetuazione delle affascinanti tradizioni locali. Una meta quindi ideale se approcciata tenendo conto di questa unicità, di questa atmosfera pacifica e sognante, sicuramente distante dal chiasso e dalla “movida” delle classiche destinazioni come Mikonos, Sitges e Gran Canaria. Insomma arte, mare, relax e natura a costi accessibili.

    Gli abitanti di Malta, nel frattempo, continuano a svolgere una vita rilassata, colorata di folkloristiche festività religiose: coriandoli sulle statue dei santi, processioni e mille occasioni per brindare. Da antichi rifugi di pirati, ideali oggi per riposarsi in compagnia al rumore delle onde, le preziosissime isole di Gozo e Comino, facilmente visitabili con escursioni in barca di un giorno. Immancabile, poi, una visita della capitale Valletta, che nel 2018 sarà Capitale Europea della Cultura.

    Malta: principali attrazioni

    Il Palazzo del Gran Maestro, del XVI secolo, la Con-cattedrale di San Giovanni, costruita per volere dei Cavalieri appena dopo il loro insediamento e all’interno della quale sono custodite due opere del Caravaggio e la “Sacra Infermeria” che è oggi un centro congressi sono tre dei monumenti principali per un primo assaggio storico-politico dell’isola. L’arte contemporanea, invece, non manca al St. James Centre for Creativity, il museo d’arte contemporanea: una fortificazione perfettamente restaurata dove le opere vengono esposte su antiche pareti irregolari appena riscoperte. In ogni caso gli inguaribili amanti dell’arte a Malta saranno presto sazi delle infinite mostre d’arte di ogni epoca e stile. I Tempi megalitici di Malta sono unici al mondo: Hagar Qim e Ggantija a Gozo sono infatti le strutture autoportanti più antiche. Impossibile, infine, godersi l’isola senza approdare nelle sue meravigliose spiagge, molte delle quali le troverete in seguito nel paragrafo “Malta: vita gay”.

    Shopping a Malta

    Valletta, capitale dell’isola, è ricchissima di negozi che propongono prodotti locali: artigianato orafo, cosmetici, abbigliamento e molto altro. Centinaia di negozi raccontano la storia nei vicoletti del centro della città: boutique di ogni prezzo tra bar e ristoranti alla moda. E se di alta moda dobbiamo parlare non possiamo non citare il centro commerciale The Point, a Sliema e a St. Julian’s il complesso di Portomaso e il Bay Street Shopping Complex. Ma Malta è ricca anche di artisti di strada che dipingono su tela, fanno tatuaggi provvisori e artigianato, la sera passeggiando sul lungomare che da Sliema va a St. Julian’s, e dopo una giornata di shopping si consiglia di prendere un aperitivo al tramonto a Valletta Waterfront. Ormai nel 2018 non perdetevi la Malta Fashion Week di fine maggio, firmata Mercedes-Benz, splendida settimana di spettacoli di alta moda, feste ed eventi che raggiungono gli standard delle settimane di moda delle altre capitali del resto del mondo.

    Malta: cibo e food lovers

    A Malta e a Gozo è possibile trovare un gustoso mix di sapori mediterranei. Da provare il tipico piatto nazionale che, contrariamente a quanto si possa pensare, non è il pesce bensì il coniglio: la Fenkata. Per gli amanti del pesce, invece, imperdibile è una visita del mercato domenicale di Marsaxlokk, il villaggio dei pescatori dove è possibile assaggiare un ottimo Lampuka. Gli appassionati dello street food non potranno non assaggiare i pastizzi, una specialità culinaria fatta con pasta sfoglia e ricotta. Da leccarsi le dita!

    malta gay

    Malta: vita gay

    Come potrete immaginare, a Malta non mancano spazi immersi nella natura dove è possibile avere garantita la privacy e fare incontri interessanti, come per esempio la spiaggia di sabbia attrezzata di Ghajn Tuffieha, nel nord e raggiungibile in auto, autobus o via mare, e la vicina Gnejna Bay raggiungibile con una piacevole camminata e dove non mancano intimità e relax anche negli affollati week end.

    Bar/Pub gay friendly a Malta

    Il Monaliza Lounge a La Valletta è uno dei ritrovi gay più popolari di Malta. Frequentato da tutti, è un bar ideale per un paio di bevute prima di salire in pista: il motto del Monaliza? “L’Arte della Diversità”. Qui le porte sono aperte a tutte e a tutti a sostegno delle differenze, dell’arte e della filantropia.

    Più adatto alle amiche lesbiche, è il Rubies Bar a San Gwann, con tavolo da biliardo, grande schermo e Dj set. Al Rubies il karaoke è molto popolare, e non fa distinzioni tra professionisti e principianti.

    Discoteche gay friendly a Malta

    Il Michelangelo Club Lounge a St. Julian’s è il gay club più recente dell’isola, su due piani, con bar, dance floor, area lounge, privee… aperto dal mercoledì alla domenica. Se entrate all’AXM Club sempre a St. Julian’s potrete aspettarvi di più rispetto al solito gay music club: colorato di drag shows, serata a tema senza fine e artisti internazionali, l’AXM vi strapazzerà senza ombra di dubbio.

    Hotel e b&b gay friendly a Malta

    Per scegliere la zona dove preferite alloggiare, considerate che a Nord, zona delle spiagge, i prezzi sono più convenienti che nel centro dell’isola, area più turistica e movimentata, di cui Sliema e St. Julian’s sono il cuore. Per valutare dove alloggiare non paragonate le stelle degli hotel agli standard internazionali per non rischiare di rimanere delusi.

    Detto questo, vi sono molti hotel, come l’elegante InterContinental Malta a St. George’s Bay o il DB Seabank Resort a Mellieha e con Spa interna, situato di fronte alla spiaggia di sabbia. Se alloggiate a Gozo, Villa Bronja è un ottimo posticino con appartamenti economici, ma confortevoli, con giardinetto. Per una vacanza gay al 100%, il Kappara Hotel è un posticino carino con una piccola piscina, gestito da una coppia inglese molto gentile (fonte: www.Gayguidemalta.com).

    Per le offerte più interessanti vi consigliamo di consultare anche malta-vacanze.it.

    Leggi anche

    Tutti gli articoli su:

    Commenta l'articolo...