A Roma arriva Dolly

di

Apre oggi nel cuore del quartiere di Testaccio un nuovo spazio per la comunità lgbt della Capitale. Senza limiti alcuni di età, sesso, differenze di ogni genere.

915 0

Inaugura oggi a Roma, nel cuore del quartiere di Testaccio sotto al Monte de’ Cocci, il nuovo spazio multifunzionale e multimediale, che offrirà numerosi servizi in un ambiente esclusivo e confortevole: caffè letterario, aperitivo, ristorante, disco-pub, wi-fi area, terrazza attrezzata. E in più il progetto Dolly Art. Aperto tutti i giorni dalle 15,00 alle 2,00,

Londra, Parigi, New York: ci sono luoghi in tutte le grandi metropoli che basano la loro forza sulla capacità di unire le persone, creare legami. Dei punti di incontro che diventano nodi fondamentali negli infiniti percorsi nella città a cui far riferimento come base, senza limiti alcuni di età, sesso, differenze di ogni genere. Dolly, in via di Monte Testaccio 53, è destinato a diventare uno di questi nodi, perché è inscritto nel suo DNA, perché è questa la motivazione che ha spinto la sua nascita.

Uno spazio accogliente, multimediale, collocato su quattro livelli – due indoor e due outdoor – in uno dei punti nevralgici del quartiere di Testaccio, in cui trascorrere piacevoli pomeriggi e indimenticabili serate.

Da Dolly ti sentirai sempre a tuo agio, grazie alla multifunzionalità, alla differenziazione delle attività proposte e al fondamentale clima di amicizia che potrai trovare nel personale, pronto sempre ad accoglierti come a casa, e in tutte le persone che lo frequentano e lo animano.

Non tutti sanno che Monte Testaccio deve il suo nome alla sua funzione originaria nel III secolo di deposito ordinato di strati e strati di cocci (in latino testae) di anfore olearie. Nei secoli successivi divenne meta di feste e scampagnate e, oggi come allora, Monte de’ Cocci mantiene la sua natura di luogo dedicato alla svago, al divertimento, alle relazioni.

Dolly sorge proprio in questo contesto e ne aggiunge valore, in una posizione ottimale e dotata di ampio parcheggio.

Parte con l’inaugurazione di Dolly, anche il progetto Dolly Art che si pone come obiettivo quello di creare un nuovo momento di incontro e divulgazione nel panorama dell´arte della Capitale. Dolly Art nasce grazie all’esperta collaborazione con Davide Caramagna curatore della galleria "Gino Rossi" di Via Margutta 102

Dolly Art decolla dunque con l’esposizione di 4 opere in bronzo di Rabarama, l’artista italiana forse più influente del momento, le cui opere vengono esposte nei principali musei e nelle più acclamate mostre d’arte nel mondo e le cui tematiche spaziano dalla mutazione, alla genetica, alla ricerca sul DNA.

Leggi   Trans uccisa a Roma, domenica la commemorazione all'Eur
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...