BOLOGNA: ARCIGAY CONTRO LA PENA DI MORTE

di

Un lettore di Qx aveva accusato le associazioni gay di scarsa partecipazione alle veglie nelle piazze contro l"esecuzione di Rocco Barnabei negli Usa. Da Bologna, su proposta della...

550 0

Il Consiglio Nazionale dell"ARCIGAY ha approvato, su proposta di Arcigay "Ganimede" – Siena, sabato 23 settembre, a Bologna, un Odg contro la pena di morte, che impegna l"associazione in una campagna a fianco delle associazioni che si battono per abolirla. Ecco il testo del documento:

La pena di morte è ancora oggi prevista in 89 Paesi e sono ben 11.000 i detenuti in attesa di esecuzione. Nel 1998 sono state condannate a morte 3.899 persone in 78 Paesi e giustiziati 1.625 detenuti in 37 Paesi. In 12 stati nel mondo, basta essere omosessuali per essere condannati a morte. L’impegno di Arcigay Nazionale per l"abrogazione, ovunque, della pena di morte. La pena capitale è una barbarie, inefficace ed inutile. Non serve a ridurre la criminalità, né a dissuadere gli assassini. E" inefficace perché non restituisce la vita alle vittime. E" una barbarie perché uno Stato, in nome della giustizia, non può diventare esso stesso un assassino a sangue freddo: non si educa alla vita seminando la morte. Non solo. La pena di morte è una violazione dei fondamentali diritti umani ed in particolare del diritto alla vita, sancito dall"articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

ARCIGAY SI IMPEGNA:

-ad attivarsi a livello territoriale su questo tema, anche aderendo a comitati e coordinamenti di associazioni, sia a livello locale che nazionale, volti all’abrogazione ovunque delle esecuzioni capitali.

ARCIGAY CHIEDE:

-all"Italia e all"Europa di mantenere alto l"impegno per l"abrogazione della pena di morte, sostenendo la proposta di moratoria universale delle esecuzioni capitali al fine di affermare ovunque il diritto di ogni essere umano a non essere ucciso a seguito di sentenze o misure giudiziarie;

– ai Paesi in cui è ancora prevista la pena di morte, di sospendere immediatamente tutte le esecuzioni già previste e adottare provvedimenti per abolire definitivamente la pena di morte dai propri ordinamenti.

ARCIGAY SOLLECITA:

– in particolare i cittadini omosessuali a sottoscrivere appelli e petizioni rivolti alle autorità che, in virtù dei loro poteri, possono decidere di cancellare la pena di morte.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...