A Natale visita Christiania, la cittadella hippie all’interno di Copenaghen

di

Un luogo speciale, che a Natale offre anche un curioso mercatino.

3398 0

Christiania, nota anche come Città Libera di Christiania è un quartiere parzialmente autogovernato di Copenaghen, che ha conseguito lo status di comunità indipendente. Sempre colorata e perennemente controversa, Christiania è un luogo unico da visitare. Più che un quartiere, è uno stile di vita.

Christiania si trova nel centrale distretto di Christianshavn, uno dei quindici in cui si divide Copenaghen. Venne fondata nel 1971, quando un gruppo di hippies occupò una base navale dismessa alle porte della capitale danese, costituita da edifici militari abbandonati. In questo quartiere alternativo affluirono negli anni nuovi coloni e l’esperimento sociale di pochi liberi pensatori si trasformò in un tratto permanente della città. Christiania sopravvive, si adatta ed è ancora un centro alternativo nel bel mezzo della capitale, con circa 1000 persone che vi vivono stabilmente.

Al suo interno famosi sono i negozietti d’artigianato, la centralissima pusher street e i servizi per i cittadini, tutti totalmente autogestiti. Il villaggio danese è conosciuto anche per i suoi edifici colorati, per il divieto di circolazione per le automobili e per la mancanza di forze dell’ordine. Esperimento sociale unico al mondo e attrazione turistica, utopia vivente basata sui principi del rispetto e del libero arbitrio, ovvero sull’ideologia dell’anarchia pacifista.

Più di cinquanta collettivi diversi esercitano attività artigianali, culturali, teatrali ecc. Christiania ha il suo asilo, la panetteria, la sauna, la fabbrica di biciclette, la tipografia, la radio libera, il cinema, bar, ristoranti, luoghi di spettacolo.

Visitare questa città nella città è davvero un’esperienza unica: un miscuglio di magazzini, baracche, case, murales colorati e sculture all’aperto. A Christiania è facile trovare musica dal vivo ed eventi al chiuso e all’aperto.

Quando si entra a Christiania è importante che seguire le indicazioni dei cartelli Do’s and Don’t (cosa si può e cosa non si può fare) posti all’ingresso. Tra i divieti vigenti nella cittadella: correre, parlare al cellulare e in particolare non è consentito scattare fotografie all’interno del quartiere. Si consiglia vivamente pertanto di non portare con sé la macchina fotografica quando si visita Christiania. Lo stesso vale per i cellulari dotati di macchina fotografica.

Christiania ospita poi tutti gli anni, in questo periodo, un bellissimo mercatino di Natale davvero particolare e curioso, che ricorda vagamente un bazar orientale.

Visitarlo significa immergersi in un’atmosfera natalizia non convenzionale tra le tantissime bancarelle dove si possono trovare piccoli tesori dell’artigianato, gioielli fatti a mano, specchi, candelabri, vestiti, oggetti in pelle e molto altro.

 Per maggiori informazioni >>> http://www.visitcopenhagen.com/copenhagen/get-spirit-copenhagens-christmas-markets

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...