CITTÀ DEL MESSICO: CHICOS E CIELO

di

Vestigia di antichissime civiltà misteriose e modernissimi divertimenti convivono nella metropoli più grande del mondo

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2880 0

Città del Messico è un luogo di sogno. Oltre a mostrare i segni di una delle civiltà più antiche e particolari della storia di questo pianeta, offre al viaggiatore una incomparabile rete di divertimenti fatta di luoghi naturali belli da togliere il respiro e locali, accoglienti e "gai", dove godersi una vita notturna degna delle grandi metropoli.

E per chi, oltre a questo, volesse fare una scorpacciata di cultura, Città del Messico offre circa una cinquantina di musei di ogni genere e teatri. L’arte popolare messicana e la sua cucina speziata hanno guadagnato un posto d’onore in tutto il mondo e non c’è luogo migliore di Città del Messico per viverli. Oltre a ciò, non si possono perdere le decine di musical di Broadway presentate in spagnolo, che non hanno nulla da invidiare agli show originali di New York. Insomma, malgrado la cattiva pubblicità sullo smog e il sovrappopolamento, Città del Messico, o La Capital, come la chiamano i messicani, è una tappa immancabile se si visita il Messico. Qui ci sono le strade più folcloristiche, profumate di spezie e strabordanti di colori.

Uno spettacolo per gli occhi anche i magnifici ragazzi dall’inconfondibile aspetto nativo, dalla pelle abbronzata e luminosi occhi neri. Di solito i messicani amano fare amicizia con gli europei. Sono gentili, curiosi e simpatici, e naturalmente ospitali. Naturalmente Città del messico non è né più complicata né più ostile di altre città, ma come tutti i luoghi del mondo ha i suoi segreti. Eccone alcuni:

Dopo le dieci di sera evitate di camminare da soli in strade non illuminate o isolate.

Se affitate una macchina e girate per la città, procuratevi una mappa dettagliata: se credete alle indicazioni dei cittadini o ai segnali stradali, siete perduti!

Non mangiate nulla in posti non sicuri, a meno che non intendiate trascorrere le vacanze in bagno.

Portate con voi solo il denaro necessario alla giornata, la carta di credito e un documento.

Se qualcuno vi assicura di conoscere tutta la città, ignoratelo! O è stupido o è un ingenuo: l’ultimo che ha provato a farlo (conoscere una delle metropoli più grandi del mondo) è morto nel tentativo.

Aspettatevi il peggio dai tassisti e dagli autisti di autobus, mantenete le distanze. Dovete capire che nessuno può restare calmo dopo più di due ore in macchina in questa città.

Negli ultimi anni la realtà gay messicana è ascesa a livelli decisamente superiori: matrimoni di massa, locali e luoghi di incontro, spiagge naturiste per ragazzi (esperienza imperdibile) e ancora giornali, riviste e rappresentazioni teatrali. Tutto questo è il risultato di una battaglia combattuta contro il cristianesimo e la onnipresente famiglia, ma a quanto pare, le radici pagane dei messicani hanno resistito all’invasione cattolica e la forza del loro carattere ribelle sta avendo la meglio. A proposito di antichità, una volta a La Capital, è assolutamente d’obbligo un’escursione alle Grandi Piramidi di Teotihuacan, e magari una visita ai giardini di Xochimilco e a Coyoacan. Se avete poco tempo a disposizione, il consiglio è quello di visitare Teotihuacan al mattino, e nel pomeriggio passeggiare allo Zocalo, visitare la Cattedrale, il Templo Mayor, le rovine del Grande Tempio di Tenochtitlan, e il Palazzo del Governo, dove troverete gli struggenti murales di Diego Rivera sulla battaglia di indipendenza. Naturalmente alla sera La Zona Rosa.

Lo Zocalo è il cuore della città dal tempo del regno degli Aztechi. Al tempo di Montezuma I° questa zona era circondata da palazzi e templi e ora è la seconda piazza al mondo in ordine di grandezza (subito dopo la Piazza Rossa di Mosca).

Leggi   La diversità sessuale protagonista del BFI Flare Film Festival

Se vi avanza un’altra giornata, i giardini pensili di Xochimilco, Chapultepec Park il pomeriggio e il museo di Frida Kahlo (vedi articolo su Gay.it) e un’escursione a Tula o Puebla e Cholula.

Alberghi

Aristos, Hotel Casa Blanca, Hotel Del Angel, Hotel Krystal Rosa, Hotel michelangelo

Bar

El 14, El 33, El Angel Azul, Clandestine, Dark Room, Dolce Vita, Enigma, El Taller, Tom’s Leather Bar, Vertigo , Viena Bar,

Cruisy Areas

Alameda Central, Bosco di Chapultepec, Metro Hidalgo, Metro Insurgentes, Zona Rosa,

Erotico

Cinema 28 de Marzo , Cinema Rio , Cinema Savoy , Cinema Venus , Gold Dreams , Maxims/ Gold Dreams, Maxims, Sexi Video , Tootsie’s Love Boutique

Health Clubs

Club San Francisco

Info e Servizi

Centro Cultural de la Diversidad Sexual Colima 267, Col Roma 52-5/514.25.65

Gay/ Lesbian AA

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...