COLONIA: UNA CITTÀ ETERO FRIENDLY

di

Dal 2 luglio, il Christopher Street Day attira nella 'capitale gay' della Germania omosessuali da tutto il mondo. L'occasione per scoprire una meta imperdibile e economica.

9108 0

Siamo alle porte del Christopher Street Day, il giorno più gay della capitale gay della Germania. Colonia, o Koln come la chiamano i tedeschi, è sicuramente la città tedesca più friendly, oltre ad essere moderna ed all’avanguardia su molti settori e ricca di storia e di cultura. Conta un milione di abitanti ed il 10% di questi sono gay o lesbiche. Moltissimi ragazzi e ragazze gay della Germania vi si trasferiscono per le numerose opportunità che offre. È una città veramente aperta, e la gente è molto easy, compresi i gay che vi abitano. Se vai da solo in un bar, per esempio, dopo cinque minuti conosci qualcuno. Amburgo e Berlino, pur offrendo molto, non sono così aperte: a Colonia non si parla di tolleranza, ma di una vera e propria integrazione. L’ufficio del turismo ha addirittura istituito un dipartimento speciale, il Gay City Marketing, che si occupa del turismo gay con tanto di un Gay City Management. In ogni albergo, ufficio o sportello che sia, rivolto ai turisti potete trovare, oltre alle normali mappe e guide della città, “Out in Cologne“, la guida gay e lesbica distribuita gratuitamente, con tanto di messaggio di benvenuto del sindaco in seconda pagina!

Germanwings, la neonata compagnia aerea low cost, con sede in città, ha creato al suo interno un ufficio di pubbliche relazioni e di marketing che si occupa precisamente del turismo gay. Gordon Jenner, il responsabile marketing (gay per giunta!) di Germanwings e Daya Holzhauer, gay city manager, hanno stipulato convenzioni con i migliori alberghi, Holiday Inn, Crowne Plaza ecc, (tutti molto vicini al centro ed ai locali) per offrire ai turisti gay pacchetti weekend molto interessanti (due notti hotel 4 stelle + volo a 169 €) e sviluppare ancora di più questo settore. I due hanno spiegato che quando si prepara un pacchetto per i gay ci vogliono veramente hotel friendly, dove non c’è nessun problema se ti fermi nella hall a scambiare effusioni con il tuo/a compagno/a o con l’imbrocco della serata, se entri mano nella mano o se ti vuoi portare qualcuno in camera per la notte. Inoltre è importante che questi non siano distanti dal centro della vita gay cittadina.

A Colonia c’è la versione gay di qualsiasi cosa e gli eventi sono innumerevoli. C’è il Pride Christmas durante il periodo natalizio, il Gay and Lesbians Carnival durante le celebrazioni del carnevale, il Come-Together Cup, un torneo calcistico che quest’anno si svolgerà il 10 giugno. Vi sono inoltre numerosi appuntamenti dedicati agli orsi, il Bear Hunting Weekend ed il Bear Pride dal 23 al 29 novembre 2004 ed al movimento Leather: Leather on the Rhine il 28 agosto 2004, incontri e feste per i devoti della pelle in tutta la città. La manifestazione più importante è sicuramente il Christopher Street Day, il gay pride più importante di tutta la Germania che ogni anno attira un milione di persone (nel 2002 in occasione dell’Euro Pride i visitatori sono stati un milione e mezzo), sponsorizzato quest’anno da Germanwings che ha istituito appositamente voli speciali dalle maggiori città europee.

Non si contano i bar, pub, caffè sparsi per la città pronti a soddisfare ogni gusto. Cinque sono le saune, vi consiglio la Phoenix (Kettengasse 22, Tel +49 (0) 221 257 33 81) più centrale, aperta anche al primo mattino dopo la chiusura delle discoteche oppure l’elegante Badenhaus (Friesenstr. 23-25 tel +49 (0) 221 257 70 06) con un’ampia piscina esterna, lettini ed ombrelloni per trascorrere una giornata di sole e relax.

Per una serata in disco, il venerdì sera è ottimo il Dollhouse, con musica house, dj direttamente da Londra e go-go boys che si spogliano sui tavolini in cambio di banconote simil-dollaro che vi vengono consegnati all’interno del locale, oppure il Chains, con tanto di darkroom, se amate di più il genere forte. Altrimenti il sabato potete recarvi al Final Destination, discoteca a forma di aeroplano con varie sale e vari generi musicali, oppure al Kings & Queens per chi preferisce house music, o ancora all’U27 indirizzato ai giovanissimi.

Leggi   È ufficiale: da ottobre il matrimonio gay sarà in vigore anche in Germania

Se siete interessati anche alla cultura e non viaggiate solo per scopi di divertimento, non rimarrete delusi. A Colonia potete visitare la cattedrale gotica, uno degli edifici più famosi della Germania e simbolo della città, il Museo Ludwig che espone molti capolavori del ventesimo e ventunesimo secolo, comprese numerose opere di Picasso, oppure, se siete interessati più alla storia, il Roman-Germanic Museum dove, tra le altre opere, potrete ammirare il pavimento a mosaico romano con scene dionisiache. Vicino al ponte Hohenzollern si trova il Monumento alla memoria dei gay e delle lesbiche vittime del nazismo, in Lichthof è stata innalzata una colonna in memoria alle vittime dell’AIDS. “Room for Thought – Names and Stones” è un’altra installazione pubblica, dell’artista Tom Fecht, per ricordare le vittime della malattia. Il Centre for Gay History è un archivio completo del movimento gay nella zona del Reno, ha al suo interno una biblioteca ed organizza mostre e visite guidate alla città.

Un’ultima cosa, tutta questa apertura ha fatto sì che tutti i locali siano un po’ misti e che tutta la popolazione partecipi alle grandi manifestazioni come il Gay Pride, preparatevi quindi ad essere… etero friendly!

Per prenotare il tuo viaggio, visita Out Travel

di Francesco Belais

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...