GAY IN ONDA… SU INTERNET

di

Roberto Brandolini non si accontenta del lavoro di regista a Radio 2 RAI, e ha creato ben due emittenti assolutamente gaye che trasmettono sul web. La Jena lo...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Finalmente ho scoperto una persona che ha messo a disposizione di tutti la tanto acclamata “creatività” gay. La cosa ancora più sconvolgente è che lo fa gratis!!
Mi sembrava giusto farvelo sapere. Allora, molti di voi sanno che sto facendo un programma alla radio (per chi non lo sapesse un po’ di pubblicità non fa mai male: Radiodue Rai dal lun. al ven. alle 13.40…) Bene ho scoperto con passare dei giorni di non essere l’unico gay che lavorava in quella radio (uhh quanti sono!)… ma uno in particolare mi ha colpito per la bravura e la creatività. Sto parlando di Roberto Brandolini, regista.
Roberto ha messo a frutto la sua conoscenza (tecnica e musicale) per coloro i quali non sono del tutto soddisfatti della programmazione musicale di tutte le radio esistenti. E che si è inventato allora? Due radio via internet assolutamente gaye!! Già dai nomi, voglio dire… Radio Deegay e Radioserva. L’ideale per ascoltare musica adeguata direttamente dal pc ovunque si sia: ufficio, casa, internet point, ecc. ecc. Ho chiesto a Roberto di spiegarci un po’ meglio.
Allora Roberto come e quando ti è venuta questa idea?
Nel 2000. Ho creato RADIO DEEGAY all’indirizzo www.deegay.it. E’ stato il primo tentativo spiritoso sul web di una radio completamente dedicata ai gay. Il mio sogno con il tempo è quello di avere una programmazione più completa non solo musicale, ma con programmi in diretta, speciali, informazione etc etc… Ma è difficile far crescere la radio sia per mancanza di tempo da parte mia sia per il totale disinteresse da parte di chiunque a dare una mano (io investire su una radio di froci? giammai!!!!) Ma non mi scoraggio! Radio Deegay continua a trasmettere sul WEB un po’ di canzoni che a “noi” piacciono in attesa che qualcuno voglia collaborare per farla crescere. E’ interessante però notare che senza la minima pubblicità il sito è visitato da migliaia di “curiosi” ogni mese ed anche il segnale musicale raccoglie ore ed ore al giorno di ascoltatori…
E l’idea di RADIOSERVA invece quando ti è venuta?
Poco dopo la nascita di Radio Deegay, mi venne l’idea di affiancargli un secondo canale solo di musica trash che mi divertii a chiamarlo Radioserva. L’indirizzo è: www.radioserva.net. Avendo la mania di collezionare tutte le canzoncine più oscene degli ultimi 40 anni, oltre alle sigle televisive e alle varie pubblicità cult (tipo quelle di Carosello) metterla in piedi è stato un gioco da ragazzi. Da Joe Condor a l’Olandesina, dalla Carrà a Portobello, dall’Arca di Noè alla sigla di Rischiatutto.
Complimenti, con due stazioni radio internet hai ricreato quello che solitamente si balla nei vari locali gay (al Friendly Versilia il momento “trash” è uno dei più graditi!), ma quante canzoni ci sono nelle tue playlist?
Oramai i pezzi in programmazione sono migliaia…
Sarai soddisfatto del risultato!?
Si tantissimo! ho avuto moltissimi attestati di simpatia. L’unica cosa che vorrei migliorare è la grafica dei siti che, mentre per Radio Deegay è un po’ più curata, per Radioserva è veramente primitiva….
Ma ti assicuro che i contenuti audio fanno perdonare quello che manca agli occhi!!!!
Grazie!
Vuoi aggiungere qualcosa prima che tutti vadano a cliccare sui siti delle radio?
Si, una cosa ci sarebbe. Se tra i tuoi lettori ci fosse qualcuno diposto a darmi una mano (gratuitamente!) per portare avanti il progetto delle due radio, ne sarei felicissimo. Potete contattarmi agli indirizzi di posta elettronica delle radio, ovvero: radio@deegay.it oppure info@radioserva.net .
Sono sicuro che si faranno vivi in tanti! ciao Roberto e buon lavoro.
Grazie!
Ehh questi gay…sono così creativi…

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...