GAY LIFE 8 – TOSCANA

di

Ragazzi che si tengono per mano per strada e sognano il matrimonio alla olandese, città piene di locali e associazioni gay e una costa tra le più friendly....

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1468 0
1468 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


I locali gay in Toscana sono concentrati attorno a Firenze ed alla zona della Versilia e di Pisa. Il più gettonato è senza dubbio lo YAG bar, vivace punto d’incontro della gioventù fiorentina, ma anche la festa della Flog una volta al mese, come ci dice Stefano (in foto) è frequentatissima, e pure apprezzato è l’Alien che "si chiamerebbe Mesaloca ma il venerdì diventa Alien". Entrambi riapriranno a settembre, come il Flamingo dove si può pure ballare. Sempre aperto è invece il Crisco, locale con dark room, e il Tabasco che, come ci ricorda Fabio, è "il più vecchio locale gay d’Italia, è stato il primo". La serata preferita da Fabio però è "il sabato del "Nobody’s perfect" al Tenax, felicemente misto".

A Pisa troviamo l’Absolut, il bar Arcigay della città, e spostandoci in Versilia per l’estate troviamo, come ci dice Paolo con ricchezza di dettagli: "una spiaggia gay di 5 chilometri chiamata «La Lecciona», la sera ci sono due locali, il Mama Mia (foto sotto) e il Boca Chica, e dietro una pineta per il battuage; in più un locale storico, il Frau Marleen, ma è per travestiti ormai ed etero che vogliono fare con una donna con l’uccello", "la spiaggia è popolarissima, piena zeppa". Stefano racconta che: "i cosiddetti locali gay sono frequentati anche da ragazzi/e etero, ci si va per divertirsi, ballare e ridere ed i gestori del luogo

(dagli albergatori ai ristoratori) hanno fiutato l’affare e quindi hanno fatto diventare la Versilia gay friendly".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...