GAY NELLA SCUOLA. 4) ROMA

di

Lo storico liceo classico "Tasso". Aperto alla discussione di tutti i temi che gli studenti vorranno affrontare. Il preside: "Darei il benvenuto al comitato organizzativo del Gay Pride"

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il liceo classico "Tasso" di Roma è uno degli istituti storici della capitale. Fondato nel 1887, ha più di 1000 iscritti e quasi 80 docenti. Superata la crisi dei primi anni Novanta, vuole porsi come il punto di riferimento della scuola autonoma, in grado di coniugare i valori forti del sapere umanistico con le innovazioni della tecnologia e della scienza. Abbiamo incontrato il preside del Liceo, prof. Achille Acciavatti, ed una rappresentanza degli studenti.

Preside, cosa insegnate ai vostri studenti?

Cerchiamo di insegnare loro il "sapere critico", cioè l’insieme delle conoscenze necessarie per vivere nella società civile. Miriamo soprattutto alla qualità degli studi. Cerchiamo di far crescere i nostri studenti non solo dal punto di vista "tecnico" (del latino, del greco, della matematica), ma dal punto di vista civile, affrontando temi come la libertà, la democrazia, la diversità, la tolleranza religiosa, la pace, l’ambiente.

Quali sono state le iniziative recenti di maggior interesse organizzate dalla vostra scuola?

Un incontro con il procuratore Pierluigi Vigna su "mafie e giustizia", la commemorazione del "Giorno della memoria" lo scorso 27 gennaio. In calendario abbiamo anche un incontro sui diritti umani.

Avete mai pensato di organizzare un incontro sui diritti gay?

Durante l’ultima autogestione è intervenuto nella scuola l’On. Franco Grillini, che ha parlato dei diritti della diversità. Altri incontri sul tema non ce ne sono ancora stati, ma la nostra scuola è pronta ad ospitarli in qualsiasi momento.

Il fatto però che ancora non siano stati organizzati cosa significa?

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...