LANZAROTE, LA NUOVA CANARIA GAY

di

Litorali incontaminati, paesaggi lunari e una insospettabile e frizzantissima vita notturna, con show di Drag Queen e immense dark room. E di giorno, spiagge nudiste da sogno.

26579 0

Se si parla di Isole Canarie, si pensa subito a Gran Canaria, la più grande e turisticamente attrezzata delle splendide isole dell’arcipelago. Ma tra le mete gay emergenti della stagione 2005 c’è sicuramente Lanzarote, finora considerata la più selvaggia delle Canarie. E sicuramente l’aspetto naturalistico legato ai suoi paesaggi e alle sue spiagge non è scomparso, e continua ad affascinare chi decide di scoprire questa piccola perla dell’Atlantico. Ma per buona parte del turismo gay, ciò che conquista di Lanzarote è la sua insospettabile, spumeggiante, chiassosa vita notturna.

Il centro di questa intensa attività alla luce della luna è Puerto del Carmen, un caratteristico e pittoresco villaggio di pescatori che si è progressivamente evoluto a località turistica senza veder deturpato e stravolto l’ambiente originario. Addentrandovi nella zona vecchia del porto, in quella parte della città che mantiene vive e attive le tradizioni, vi imbatterete in tanti ristoranti e bar-osterie tipiche (tapas) che mettono a disposizione appetitosi ed invitanti piatti a base di pesce.

Qui si svolge la vita gay, forse non la più grande del globo, ma sicuramente una delle più all’avanguardia e innovative, che richiama un numero sempre maggiore di gay da tutta Europa. Se cercate un ambiente trendy, il locale per voi è il Black and White, delizioso bar con pavimento di legno, molta luce e pareti in vetro-cemento. E’ carino e vivace, come il suo gestore Jimmy che è riuscito a realizzare un’atmosfera in cui è facile fare conoscenza in un locale di gran classe.

Il Bar Free, recentemente rinnovato, soddisfa gusti decisamente diversi, con la sua enorme dark room, l’affolata video room, la pista da ballo scatenata. Una volta alla settimana, si presentano show di Drag Queen, che insieme con il dj residente Andy, ora tornato in Gran Bretagna, hanno reso questo posto mitico.

In realtà sull’isola sono tanti i bar con show di Drag: accanto al Bar Free, c’è il Lady Muck’s dove si esibiscono gioielli come Lee o Tanya… E poi c’è il Music Hall Tavern, situato a un paio di chilometri di distanza dalla zona in cui sono il Bar Free e il Black and White. In un ambiente sistemato come un teatro, il palco con luci computerizzate è il trampolino di Titti Trollop, considerata la regina dell’isola, e della sua degna collboratrice Dame Nelly Pledge.

Naturalmente Lanzarote non è solo locali notturni, anzi. Essendo, come tutte le Canarie, di origine vulcanica, è caratterizzata da paesaggi lunari alternati con i colori accesi dei campi coltivati, dalla vegetazione sub tropicale e dal contrasto delle rocce laviche che sprofondano nelle sabbie dorate delle spiagge dove si infrangono le onde dell’oceano. Il vulcano Timanfaya domina l’intera isola e si erge su oltre 300 crateri e distese di lava. La salvaguardia dell’ambiente, la sensazione di essere al cospetto di un ambiente primitivo e incontaminato è molto forte, e ha reso un riconoscimento a Lanzarote dichiarata dall’Unesco “Riserva Mondiale della Biosfera” per la sua natura intatta, quasi primitiva. Sarà per questo che l’isola è stata scelta come set per il film “Il Pianeta delle Scimmie”…

Le spiagge sono naturalmente il punto forte dell’isola, e alcune hanno una frequentazione gay piuttosto evidente. Come la Airport Beach, vicina alla pista, che è una spiaggia nudista con intensa attività di crusing, soprattutto nel tardo pomeriggio. Anche Papagayo (foto sopra) è una spiaggia nudista ben frequentata, situata cinque chilometri a est di Playa Blanca (foto), estremo sud dell’isola, la zona più soleggiata e che gode dei migliori favori climatici. La spiaggia è di finissima sabbia bianca che molto richiama gli ambienti tropicali.

Se cercate una spiaggia dove esercitare delle attività sportive, allora Playa Chica è il posto per voi: potete prendere lezioni di tuffi, noleggiare gli sci, fare immersioni o surf. Ma per gli amanti della tavola, le spiagge più indicate sono Famara (foto) e La Santa, situate a sud-ovest.

Leggi   A Barcellona arriva Fetiches, una mostra ad alto tasso erotico

Per info e prenotazioni, visita Out Travel

di Alessandro Federici

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...