L’ESPERIENZA TRANSESSUALE

di

E' solamente un passaggio da un genere all'altro? Prosegue il ciclo di conferenze in attesa del PadovaPride2002 con un dibattito cui partecipano Mara Sinclari della Cgil e Marcella...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Prosegue il ciclo di conferenze in attesa del PadovaPride2002. Da un argomento di attualità come la laicità dello Stato si passa a parlare di una questione scottante e poco conosciuta: il transessualismo. "L’esperienza transessuale: identità di genere e generi dell’identità. Domande, riflessioni e ipotesi dei/delle protagonisti/e" è il tema al centro della serata organizzata da Arcigay Padova venerdì 19 aprile presso la Sala Anziani di Palazzo Moroni (ore 21.30).

I/le transessuali sono persone la cui identità di genere non corrisponde al loro sesso anatomico: si sentono uomini in un corpo femminile, o donne in un corpo maschile. Non si tratta di un orientamento o preferenza sessuale, ma di una appartenenza complessiva, e profondamente sentita, al genere di chi ha un corpo diversamente sessuato.

Mettere in discussione la stabilità dell’appartenenza di sesso con un passaggio da un sesso all’altro, seppure legittimato dalla sua rappresentazione come adeguamento al proprio “vero” sesso, è causa di forte stigmatizzazione sociale, che è particolarmente forte per chi da uomo diventa donna, anche per l’assimilazione con la figura della prostituta. E’ con questa figura, infatti, che il fenomeno della transessualità viene prevalentemente rappresentato nei media e ne viene riconosciuta la presenza negli spazi della città.

Interverranno Mara Siclari (CGIL Venezia), Marcella Di Folco, (M.I.T.), Mirella Izzo (Crisalide AzioneTrans), Davide Tolu, portavoce nazionale Coordinamento FtM, Deborah Lambillotte, Arcitrans nazionale, e Porpora Marcasciano, autrice del libro "Tra le rose e le viole. Storia e storie dei travestiti e transessuali".

Mara Siclari terrà una relazione mettendo in evidenza pregiudizi e ignoranza che accompagnano le persone in transizione di genere, prostituzione e sulle politiche del lavoro e antidiscriminatorie messe in atto dal sindacato. Marcella Di Folco, invece, punterà l’accento sull’esperienza del M.I.T. (Movimento identità transessuale) e sulla legge 164 del 1982. Mirella Izzo si occuperà dei rapporti affettivi con genitori, parenti, amici e colleghi di lavoro prima, durante e dopo la transizione. Davide Tolu parlerà dell’esperienza delle persone in transizione dal genere femminile al genere maschile. Mentre Deborah Lambillotte introdurrà la teoria della non binarietà del genere e del non legame tra orientamento sessuale e identità di genere. Introdurrà l’argomento Porpora Marcasciano, con un excursus storico antropologico del movimento transessuale.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...