MR GAY: SI PRESENTA YURI

di

Intervista con i candidati al concorso di Mister Gay Italia 2004. Yuri, 21 anni, di Milano, lapdancer, acrobata, modello, 1 metro e 81 per 69 kg, è stato...

736 0

Perché la gente dovrebbe votare per te?
Non c’è una motivazione precisa, solamente sono rientrato nei canoni di parecchie persone che mi hanno definito il ragazzo perfetto, anche se nella perfezione che mi è stata attribuita ho molti piccoli difetti che bisogna saper amare.
Qual è il più grande complimento che ti hanno fatto?
Ma hanno sempre fatto i complimenti per il mio modo di vestirmi e di pormi alla gente, come dire ho quello charme, quel savoir faire che pochi hanno nel sangue, come si suol dire “signori si nasce non lo si diventa”.
Raccontaci di quella volta che avresti voluto sprofondare… (la tua più grande figura di m…)
Avevo 17 anni ed ero alla comunione di mio fratello, lo accompagnavo. Al momento che il prete gli diede l’ostia, l’amico mio non che coetaneo e… ehm ehm… compagno di “giochi”, mi disse “Mamma che toro che e’ il fraticello! Chissa’ l’altarino che asconde sotto lì!”, e io, con la mia delicatezza da signora dell’800, ma biondissima dentro e ignaro del fatto che ero vicino ai microfoni della chiesa risposi al mio amico con voce scheccante: “Smettila, non posso mai lasciarti solo! Ma si può che ogni cazzo che vedi dev’essere per forza tuo?” Penso di non aver fatto girare tutto l’atrio della chiesa… di piu’ e oltre… Quando si dice se ti butti a ruota libera ma non ti accorgi che eri vicino ad un burrone… Sì, insomma, ero piccolo e scemo.
Se diventi Mister Gay, poi, te la tiri?
Come dicevo prima signori si nasce non lo si diventa… Oooohh al diavolo, certo che un po’ me la tirerò, ma nei giusti limiti. Diciamo che non smetterò mai di rinfacciare alla mia vicina di casa il fatto che sono il finocchio più bello d’Italia… visto che crede ancora che io sia etero… Con tutti i preservativi che ha trovato nella sua soffitta bisognerebbe chiedere a suo figlioletto di smetterla di chiedere: “mi aiuti a mettere apposto la soffitta?”…
Se tu fossi Berlusconi…?
Dio mio che farei… Se fossi un politico? Mah… dire che tenterei di aggiustare un po’ le cose in ambito economico, le tasse soprattutto visto che a mia nonna la pensione non le basta più per andare a giocare al Bingo, ancora un po’ e faccio la bagascia per dar da mangiare ad una slot machine… E poi… boh… penso che dovrei studiare a fondo la cosa prima di diventare un altro Andreotti…
Parliamo di sesso: età e circostanze del primo rapporto; cosa è per te il sesso; quella volta che fu davvero indimenticabile…
La mia prima volta non fu proprio così divertente come si può aspettare qualsiasi persona… Vi posso raccontare quella indimenticabile! Avevo 16 anni ed ero in gita a Zambla Alta un paesino di montagna, la mia classe era composta da più maschi che femmina e io da bravo ortaggio, ehm… volevo dire finocchio, impazzivo per un paio di loro, che erano un po’ i galletti del gruppo dei maschietti. Dormivamo in camerate separate per sesso. Quella sera uno dei due, Marco, mi venne a svegliare per giocare con lui a carte; io, che già sbavavo, risposi ovviamente di sì senza esitare. Scendemmo in mensa e sul tavolino cominciammo il primo giro di carte; dopo il terzo giro cominciammo a parlare e ridendo e scherzando mi accorsi che a furia di parlare di provocazioni e perversioni maschili, nei suoi pantaloncini si era evoluto qualcosa di grosso (garantisco), allora gli chiesi se aveva mai provato a fare qualcosa con un ragazzo. Lui fece finta di non capire e mi chiese: in che senso? Io mi alzai dal mio posto e mi inginocchiai davanti a lui: “in questo senso” gli dissi e con fare da maestro glielo presi in bocca… A lui non sembrava dispiacesse anzi, per un attimo lo vidi molto accanito, e premeva le sue mani sulla mia testa nel segno di farlo più forte… Dopo un po’ mi stacco e mi disse: “aspettami qui un attimo”. Io un po’ spaesato accettai e dopo nemmeno 10 minuti tornò… con chi? Con l’altro ragazzino che mi piaceva tanto e gli disse di tirarlo fuori; anche lui un po’ spaesato lo fece senza obbiezioni e poi Marco mi disse: “ora che siamo qui tutti e due, ci devi fare quello che mi stavi facendo a me prima”. Ahahahahaha!!!!! era un sogno!!! Io… in quel caso morta di cazzo presi il cazz.. ehm la palla al balzo e me li feci tutti e due… dopo un po’ venirono entrambe e mi chiesero di vedersi altre volte ma non fu come quella… alla prossima puntata.. eh eh eh!!
A ruota libera: dimmi quello che vuoi.
Spero che tutto vada per il meglio spero di essere piaciuto, sono stato più naturale possibile, ma con le esperienze che ho avuto ho imparato molto e non solo nel sesso. Ringrazio tutti quelli che mi hanno votato precedentemente perché hanno creduto in un piccolo Peter Pan che ha voglia di crescere… Un abbraccio a tutti e grazie.
^SPer votare Yuri, chiama il 899 60 00 43 e usa il codice di voto 11^s
Clicca qui per le foto di Yuri
Torna alla pagina principale di Mister Gay

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...