Mykonos, perla delle Cicladi, tra mondanità e spiagge incontaminate

di

Meta perfetta per le giovani generazioni e in bassa stagione, Mykonos sa come attrarre e incantare i turisti: soprattutto a settembre.

3498 0

Per molti è l’Ibiza della Grecia. C’è chi ama la sua mondanità, altri la etichettano come superficiale “divertimentificio”: parliamo di Mykonos, perla delle Cicladi. Curiosi di andarci?

Ne abbiamo parlato con il nostro Alejandro di Travel Out, agenzia di viaggi specializzata in viaggi di nozze per coppie gay.

Raccontaci la tua prima volta a Mykonos.

Era il 1990. Erano anni in cui era difficile fare coming out, eppure su quell’isola nascosta tra le Cicladi si respirava già un senso di accettazione e libertà senza pari. Ricordo quell’esperienza con un pizzico di nostalgia.

Anche a distanza di 27 anni?

Certo, avevo stretto amicizia con tutti: ho pianto e abbracciato baristi, camerieri e tutto il personale dell’albergo prima della ripartenza. Potevo vedere e sentire le stesse emozioni negli occhi degli altri viaggiatori.

E qualcosa ci dice che Mykonos è diventato un appuntamento fisso…

Ovvio. Cinque estati più tardi ho conosciuto lì quello che sarebbe diventato mio marito. Torniamo sull’isola ogni anno, da un po’ di tempo accompagnati anche dal nostro piccolo.

Ma è ancora l’isola di pace assoluta di un tempo?

Ammetto che l’ultima volta mi sono preoccupato: i turisti sono davvero tantissimi. Spiagge, bar e alberghi sembrano aver superato la loro capacità massima di accoglienza: ogni dieci minuti atterra un aereo, mentre le navi da crociera arrivano con migliaia di persone ogni giorno. La musica viene tenuta a volumi sempre più alti in tutti i locali e girava un virus intestinale: non sono riuscito a capire se fosse colpa del cibo conservato male o del vento che spargeva ovunque i microbi.

Ammettilo, stai giocando sporco: vuoi mandare i turisti altrove per goderti l’isola.

Ma no. Ci sono ancora dei posti vergini nell’isola: la spiaggia di Elia, una delle più belle e quella gay friendly per eccellenza, è rimasta inviolata: tranquilla, incontaminata e con acqua fresca e trasparente. L’unica pecca? Nella parte vicina alle rocce, una volta zona nudista, i gestore hanno deciso che le prime file di lettini debbano costare di più: inutile dire che la parte affollata è dopo la terza fila.

Consiglieresti un viaggio a Mykonos alle nuove generazioni?

Naturalmente: è piena di luoghi con musica, aperitivi e divertimento. Il Jackie O a Super Paradise, ad esempio, ha un ristorante molto bello, spiaggia fantastica e dopo le 18 è un punto di incontri, ballo e anche sballo.

Lo sapevi che i locali consigliano di godersi l’isola a maggio, giugno e a settembre?

Hanno ragione! Mykonos non è più un segreto ben custodito, ma una destinazione conosciuta e desiderata a livello mondiale. Solo in quei mesi si può quindi tornare a quella magia che l’isola ha da sempre regalato.

Leggi   Natale e capodanno...? A Zurigo!
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...