NATALE DOVE VUOI

di

Quali sono le mete più gettonate per queste vacanze di fine 2002? Sorpresa: oltre alle "solite" Canarie, vanno molto Lisbona e Istanbul. Vi spieghiamo perché.

1144 0

Dove vanno i gay a trascorrere le vacanze? Molti saranno sorpresi di sapere che le mete più gettonate per il Capodanno 2003 non sono le solite Londra, Parigi, Berlino, ma Lisbona e Istanbul, due capitali capaci di offrire sì una vasta scelta in fatto di vita gay, ma anche lontane dalla solita routine. E accanto a loro si confermano Gran Canaria, la Florida e il Messico.

Se vi state chiedendo quale vita gay possa offrire una città come Istanbul, a parte la bellezza tipica e ricca di fascino dei suoi abitanti di sesso maschile, dovreste provare a dare uno sguardo alla stanza turca della chat di Gay.com: sempre affollata. Non solo, ma la quantità di bar, locali, saune e discoteche riservate prevalentemente o esclusivamente a una clientela gay cresce sempre più. Oggi, solo quattordici anni dopo l’apertura del primo bar gay, la capitale turca conta almeno una dozzina di ritrovi:

si va dal modernissimo Sugar Club Cafè all’atmosfera piccante del Neo (foto), dallo storico G-Bar al Love Club aperto fino a tardi. Insomma la scelta è assai varia. Ed è opportuno non dimenticare che Istanbul, anche di giorno, offre una gran quantità di svaghi e di cose interessanti da vedere, se avete voglia di unire una vacanza culturale al divertimento notturno.

A proposito di proposte culturali, Lisbona non è certo seconda a nessuno. Dopo un periodo un po’ oscuro della storia portoghese, la capitale lusitana si conferma da qualche anno centro della cultura europea, con mostre, esibizioni, spettacoli, incontri, e con una serie di monumenti e bellezze architettoniche che renderanno la vostra vacanza indimenticabile.

Ma, naturalmente, a Lisbona l’ora magica è la notte. Similmente a quello che accade in Spagna, qui la sera comincia tardi e non finisce prima del sorgere del sole. E, in alcuni casi, continua anche ben oltre! La città è ricca di locali di tendenza con le proposte musicali più interessanti, e affollata di una clientela gay decisamente affascinante. Fare incontri a Lisbona è estremamente facile, e se alla chiusura della prima discoteca non siete ancora soddisfatti, potrete sempre farvi condurre in uno dei locali che aprono all’alba per far ballare gli insaziabili fino a mezzogiorno.

Non pensate di dovervi limitare ai locali gay: a Lisbona capita facilmente di trovare un nuovo “amico” disponibile anche in locali “normali”. Si avvicinano, vi offrono una birra e il gioco è fatto. Tutti i bar del Bairro Alto, il quartiere centrale, sono adatti allo scopo, dal 7° Ceu al Keops. Ma non perdetevi almeno una capatina al Fragil, primo storico locale della notte lusitana, diventato mitico in tutta Europa alcuni anni fa…

Se amate le tradizioni, probabilmente per la notte di San Silvestro avete prenotato un aereo per Gran Canaria: adatta a chi ama fare una pausa al caldo, interrompendo il freddo inverno europeo, l’isola è ancora una delle mete predilette dalla popolazione gay. Al Jumbo, potrete godere della gaylife più sfrenata e dal sapore più internazionale, mentre di giorno riuscirete a prendere un po’ di tintarella in spiaggia o sul bordo di una piscina, mentre i più coraggiosi faranno compagnia ai tedeschi che, sfidando le fredde acque dell’oceano, fanno il bagno anche la mattina di Natale.

Finito l’allarme terrorismo, anche la Florida torna a essere molto gettonata: particolarmente gradita la soluzione aereo+auto, grazie alla quale si può andare a conoscere l’intensa vita gay sia di Fort Lauderdale sia di Key West.

Leggi   "Questi fr*ci ammazzano i fascisti": i guerriglieri LGBT anti-ISIS

Se amate i paesaggi esotici, consigliamo il Messico: Playa del Carmen o Puerto Vallarta offrono soluzioni riservate ai gay molto accattivanti a prezzi accessibili e in un paesaggio molto affascinante.

Per tutte queste mete, e per altre ancora, potete consultare il catalogo online di OutTravel, la prima agenzia per gay e lesbiche italiana.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...