PORNO GAY, DOVE SEI ???

di

Nell'Annuario dell' Hard Italiano, pubblicazione che esordisce in edicola proprio in questi giorni, non si parla di produzioni gay. Cerchiamo di capire il perchè.

5997 0

Alzi la mano chi, per quanto gay, non ha mai avuto a che fare con della pornografia eterosessuale in qualche modo… Siete in pochi, vero ? Probabilmente perchè, prima di internet, era l’unica pornografia che avevate a disposizione, che arrivava nella vostra edicola o che vi passavano i vostri amici (ignari del fatto che non vi interessavano le forme delle attrici, ma quelle degli attori…).

Sicuramente tutti conoscete, almeno di nome, Cicciolina, Moana o Selen, e fra molti di voi Rocco Siffredi è sicuramente più popolare degli attori della Bel Ami o degli attori del nascente hard gay italiano.

Tutto questo perchè la pornografia è etero per definizione (le “porne” erano le donne di strada dell’antica Grecia), e la pornografia gay fatica a ritagliarsi uno spazio vero e proprio al di fuori dai “giri gay” propriamente detti. Molti sexy shop, e ancor più edicole, non hanno nemmeno un settore gay, e se lo hanno è molto difficile che lo tengano aggiornato o gli prestino molta attenzione : d’altra parte esigere competenza e qualità è un diritto che ben pochi fanno valere, anche perchè equivale a parlare con commessi ed edicolanti dei propri gusti, quando magari non si riesce a parlarne nemmeno in casa…

Probabilmente è anche per questo motivo che nell’ Annuario dell’ Hard Italiano, pubblicazione che esordisce in edicola proprio in questi giorni, non si parla di produzioni gay.

A dire la verità nel prologo si legge “non trattiamo qui il vasto mondo dei prodotti per omosessuali che merita un discorso e una guida separata” (che probabilmente non vedrà la luce tanto presto…), perciò è ancor più curioso notare che nell’ elenco delle uscite c’è una piccola sottosezione TRANS/BISEX/GAY (senza che peraltro sia indicato a quale categoria appartenga ciascun titolo).

La cosa che però lascia più perplessi è che si tratta di una pubblicazione curatissima, e oltre alle recensioni e agli elenchi divisi per categoria, trovano spazio schede su attori e registi di ieri e di oggi, case di produzione e quant’altro… C’è persino una dettagliata storia del cinema hard, da “Gola Profonda” in poi, e questo non fa altro che rendere più vistosa la mancanza di qualsiasi accenno al mondo dell’hard gay.

Perchè tutto questo ? Sicuramente perchè il pubblico a cui si rivolge l’ annuario è quasi totalmente etero, e sicuramente non è interessato ai video di Bjorn, Cadinot e Kazan… In questo, caso, però, non si spiega la presenza della sezione “trans/bisex/gay” di cui sopra, ne tantomento la mancanza di una dicitura che indichi la mancanza di materiale gay (visto che il titolo, “Annuario dell’hard italiano”, presuppone che ci si occupi dell’ hard nel suo complesso).

Da questo stato di cose possiamo desumere che :

1) I prodotti trans, bisex e gay non solo vengono ancora assimilati in un’ unica categoria, ma rientrando in una pubblicazione che dice di non occuparsi di materiale gay vengono automaticamente classificati alla stregua di una “trasgressione” eterosessuale.

2) I fruitori di pornografia gay non vengono considerati un pubblico abbastanza numeroso e/o interessato per proporre un Annuario Gay da affiancare a quello eterosessuale.

Tutto ciò offre diversi spunti di riflessione : in primis che alle soglie del 2003 non è ancora chiaro che gay, bisex e trans sono tre cose diverse, e in secondo luogo che il potere d’acquisto del pubblico omosessuale è ancora ampiamente sottovalutato su più livelli.

Non è un bilancio molto positivo, ma l’ Annuario dell’ Hard Italiano resta una pubblicazione seria e inappuntabile nel suo genere, senza contare che ha l’indubbio merito di schedare una certa quantità di miti dell’hard : Rocco Siffredi, Ron Jeremy, Jonh Holmes, Jonh Leslie, Francesco Malcolm, Gabriel Pontello, Nacho Vidal, Peter North, Roberto Malone e Sean Michaels solo per citare alcuni di questi “belli e impossibili” che tanti fans hanno anche fra il pubblico gay (che comunque può rifarsi gli occhi andando su gayshopping nell’ apposita sezione video e DVD)…

E se volete sollecitare l’editore dell’ Annuario a realizzarne la versione gay quanto prima potete scrivere all’ indirizzo marenero.ed@flashnet.it

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...