SAN VALENTINO PER I PINGUINI GAY

di

Mandiamo tutti un messaggio d’auguri alle tre coppie di pennuti omosessuali dello zoo di Bremerhaven. La direttrice cerca di farli tornare etero. Ma sono in molti a difenderli.

745 0

PISA – Se i pinguini gay si amano, oggi è la loro festa. E’ San Valentino anche per i sei pennuti dello zoo di Bremerhaven che da anni convivono in accoppiamenti omosessuali. Anche per loro potrebbe essere carino ricevere una cartolina o un messaggio d’auguri per la Festa degli Innamorati. Per questo invitiamo tutti i lettori di Gay.it a inviarglieli all’indirizzo info@zoo-am-meer-bremerhaven.de.
Sempre ammesso che i pinguini Humboldt resistano al tentativo della direttrice dello zoo di farli diventare eterosessuali. Heike Kueck ha infatti deciso di importare dalla Svezia alcuni esemplari di femmine per cercare di far sì che i maschi impegnati in relazioni gay si convertano e decidano di procreare. La cosa tuttavia ha sollevato una incredibile ondata di protesta.

Da tutta la Germania, dal resto d’Europa e persino dall’Australia sono giunte allo zoo tedesco migliaia di messaggi che protestavano contro il tentativi di “curare” l’omosessualità dei pinguini. Secondo alcune fonti, sarebbero giunte persino lettere e telefonate di minaccia in cui si affermava che i pinguini “hanno il diritto di scegliere liberamente il loro orientamento sessuale”.
Lo zoo tuttavia nega di voler influenzare l’orientamento sessuale dei pinguini: “Ciò che non sappiamo è se le nostre tre coppie maschili sono effettivamente omosessuali o se sono state insieme solo perché mancavano loro le femmine – afferma Heike Kueck, direttrice dello zoo – Non abbiamo alcuna intenzione di separare le coppie omosessuali per forza. E in ogni caso non sappiamo nemmeno se la cosa funzionerà”.
Le nuove arrivate le i loro possibili compagni maschi saranno messi nella stessa zona: “Vedremo che sistemazioni risulteranno naturalmente – ha aggiunto la Kueck – Se avremo le formazioni omosessuali di prima, vorrà dire che saremo sfortunati”.
Secondo quanto riportato dal Der Spiegel, solo un cucciolo di pinguini Humboldt è nato nello zoo, che ha già sei esemplari maschi e quattro femmine. I pinguini Humboldt, provenienti dalle coste del Perù e del Cile, sono prossimi all’estinzione.
Facendo una rapida ricerca in internet, si scopre che sono molte le coppie di pinguini negli zoo di tutte il mondo che si sono impegnati in relazioni omosessuali. Un anno fa molti si erano appassionati alla vicenda di Roy e Stilo, due pinguini dello zoo di Central Park a Manhattan assolutamente devoti l’uno all’altro da sei anni. I due pennuti si esibivano in tutti i rituali erotici della loro specie, incrociando i colli, emettendo bizzarre vocalizzazioni, e infine facendo sesso. Quando veniva loro offerta la compagnia femminile, la rifiutavano sdegnosamente. Allo stesos modo, le femmine non erano interessate a loro.
Piuttosto che incoraggiare l’invio di ulteriori messaggi minatori, noi di Gay.it preferiamo sollecitare tutti i lettori a far sì che i pinguini possano sentirsi non discriminati nelle loro manifestazioni d’affetto; fate sentire che siete loro vicini inviando un messaggio o una cartolina di San Valentino all’indirizzo info@zoo-am-meer-bremerhaven.de. E buon San Valentino a tutti!

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...