SUMMER GAY MEMORIES

di

Erano in 570, i gay che si sono scatenati per una settimana a Capo Rizzuto. Italiani e stranieri nel villaggio riservato, tra feste, incontri e notti folli. Diario...

865 0

E’ terminata sabato 28 settembre la settimana gay al Club Valtur di Capo Rizzuto, in Calabria: ed è stato un vero successo. Oltre 570 gay provenienti da tutto il mondo si sono ritrovati per una vacanza all’insegna del divertimento, dell’amicizia e della trasgressione. E la commistione di nazionalità non ha minimamente ostacolato il nascere di nuove amicizie: anzi… Gli italiani, che hanno partecipato numerosi, in circa ottanta, provenienti da tutte le regioni, hanno dato un’impronta decisiva all’evento con la loro simpatia ed il loro estro.

La settimana, iniziata il 21, si è svolta in maniera intensa ma rilassante, seguendo, con piccoli ritocchi, un programma ben congeniato dalla Alternative Holidays, per intrattenere gli ospiti senza imposizioni o attività frenetiche. Già dal primo giorno, normalmente speso per ambientarsi e guardarsi intorno, si è creata un’atmosfera serena, rilassata, dove è stato semplice comunicare, conoscersi e anche creare relazioni più profonde.

Ma le serate clou sono state quelle del mercoledì, giovedì e venerdì. La sera del mercoledì è stata di scena la festa a tema “Royal Ascott”, con un concorso per le mise più eccentriche. In tanti si sono sbizzarriti con i pochi mezzi a loro disposizione, ma l’italiano Ubaldo ha conquistato tutti, piazzandosi al quarto posto della competizione per il miglior vestito, utilizzando come cappello un trionfo di prodotti tipici calabresi: un vero delirio che ha strappato applausi e l’entusiasmo di tutti i partecipanti. Ubaldo si è meritato così un weekend a Colonia, mecca gay nel cuore dell’Europa. La notte è poi proseguita con la musica dei dj del Salvation, uno dei locali gay più conosciuti di Londra.

Quella di giovedì è stata una serata piena di eventi che ha visto la fine solo quando il sole era già sorto. In prima serata si sono esibite Pauline e Enrica da Parigi, che hanno imitato alcuni personaggi femminili che fanno ormai parte dell’immaginario collettivo omosessuale: rimarrà nel cuore di tutti una strepitosa Sofia Loren. Dopo, è stata la volta di Pam Ann, una cabarettista australiana trapiantata a Londra, che ha sconvolto tutti con la sua comicità ruvida e surreale. Infine tutti travolti dalla incredibile musica del Crash, il locale gay più in voga adesso a Londra, con i suoi dj che hanno fatto ballare tutti fino a mattina.

Venerdì, notte delle “stelle”: gli italiani hanno proposto agli ospiti stranieri presenti alcune “perle” della cultura gay nazionale. I nostri “talenti” si sono esibiti sul palco del teatro del villaggio, con le imitazioni di Marcella Bella e Giorgia, fatte rispettivamente da Giovanni di Milano e Mattia di Torino, affiancati da un simpaticissimo ragazzo pugliese; memorabili, infine, l’interpretazione di “Uomini soli” da parte di Claudio di Roma e lo strip di Valerio sempre di Roma.

Durante la settimana sono stati tanti gli eventi che hanno permesso di conoscersi e divertirsi: due schiuma party pomeridiani, discoteca tutte le sere (con la presenza di Fabio White, dj italiano che opera a Londra), gli spettacoli dell’animazione Valtur, le attività sportive di tutti i generi con relativi tornei, le escursioni nella zona, il karaoke dopo pranzo e dopo cena, il dolce far niente sulla spiaggia (nudista e non)… Insomma, ce n’era per tutti i gusti.

La settimana di Capo Rizzuto è stato un evento che rimarrà nel cuore di molti che sicuramente vorranno trovare altri momenti per incontrarsi e divertirsi di nuovo insieme. Nel forum appositamente allestito da OutTravel nella sezione viaggi di Gay.it, i partecipanti continuano a incontrarsi virtualmente, a ricordare con nostalgia la bella vacanza. E c’è già chi propone una rimpatriata…

Clicca qui per il Forum di Capo Rizzuto.

Clicca qui per le offerte di viaggio di OutTravel

di Christian Panicucci

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...