TRECCANI: ENTRA IL GAY PRIDE

di

Anche "popper" tra i 1.500 neologismi che saranno inclusi nella prossima edizione del prestigioso vocabolario edito dall'Istituto della Enciclopedia Italiana.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Anche il “gay pride” e il “popper” meritano di entrare, secondo la Treccani, nei vocabolari della lingua italiana. Sono queste solo due delle circa 1.600 parole nuove (molte delle quali corredate da una data di prima attestazione, e questa è un’altra novità) presenti nel nuovo vocabolario , chiamato semplicemente “Il Treccani” (pagine 2.042). Il dizionario conta 500mila tra lemmi e accezioni ed è pubblicato sotto la supervisione del linguista Raffaele Simone.
Tra gli altri neologismi registrati per la prima volta figurano anche “no global”, “girotondino”, “cococo” (“lavoratore precario che presta opera per un’impresa in modo provvisorio, in base a uno speciale contratto detto di collaborazione coordinata e continuativa”), “talebano”, “bestsellerista” (autore di successo), “badante” (“persona, priva di particolari qualificazioni, che accudisce anziani inabili o malati”), “punkabbestia” (“emarginato o senza casa, contestatore sociale, normalmente pacifista, che vive per lo più all’aperto accompagnandosi con uno o più cani”), “velina” e “papaboy”.
Compaiono tra le numerose parole diffuse nel mondo giovanile: gli “MMS” (ultima versione di messaggini che stanno soppiantando i pur recenti SMS), lo “sgroppino” (sorbetto di limone consumato come digestivo, con vodka o spumante) e il gergale “popper”, parola usata per indicare la fiala contenente una droga di effetto immediato o la droga stessa.
Se poi anche la malattia Sars ha ottenuto un suo riconoscimento, si possono ancora ricordare il “mobbing” (“forma di molestia psicologica esercitata sul personale delle aziende, consistente nell’impedirgli di lavorare o nel porgli insopportabili costrizioni nello svolgimento del lavoro”), il “gay pride”, il “feng shui” (“disciplina di origine orientale che, puntando all’equilibrio con l’ambiente, induce a disporre gli elementi urbanistici, gli edifici, le stanze o gli oggetti in modo da concentrare le energie positive riducendo quelle negative”), l'”home cinema” e l'”home theatre”, la “macroregione”, la “devolution” e lo “slow food” (“atteggiamento enogastronomico secondo il quale occorre riscoprire uno stile alimentare caratterizzato dalla riscoperta di vivande genuine e di una condotta di vita più sana”).
Graficamente nuovo, ricco di 500.000 tra lemmi e accezioni, vocabolario monovolume “Il Treccani”, come precisa il direttore dell’opera Raffaele Simone, vuole essere “un dizionario moderno e multidimensionale, capace di offrire all’utente una base di consultazione di lunga durata e non un effimero bollettino delle novità del giorno”.
“Il Treccani” è integrato da un cd-rom, realizzato in collaborazione con il Centro Ricerche IBM, che offre una vera e propria mappa ipertestuale della lingua italiana, consente la consultazione in ordine alfabetico o mediante i lessici di aree tematiche, rende possibile l’ascolto dell’esatta pronuncia delle parole straniere.
“Il Treccani” è in vendita insieme al nuovo “Dizionario dei Sinonimi e Contrari” e all’innovativo “Il Visuale”, ciascuno corredato di un cd-rom di integrazione e approfondimento.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...