TUTTO ESAURITO AL MARDI GRAS

di

Bed&Breakfast overbooked, alberghi al completo, bungalow affollati. Il turismo gay in Versilia entra nella settimana di fuoco di Ferragosto. E, tra pienoni e feste, l'evento è servito. Accomodatevi.

529 0

TORRE DEL LAGO – Siamo entrati nel vivo dell’estate, e l’evento gay del mese è ai nastri di partenza. Nella settimana del Mardi Gras del Friendly Versilia, abbiamo chiesto agli operatori del settore come sta andando la stagione a Torre del Lago. La risposta è univoca: se non avete ancora prenotato il vostro albergo, il vostro bungalow, o la vostra stanza in Bed & Breakfast, beh… rinunciate. Vi sarebbe impossibile trovare anche solo un sottoscala per dormire nelle notti intorno a Ferragosto.

Evidentemente le iniziative del Mardi Gras, giunte alla quarta edizione, si confermano come meta attrattiva per i gay e le lesbiche italiani e non solo. Già migliaia di ragazzi e ragazze affollano di giorno la bella spiaggia della Lecciona, e di notte si scatenano nelle serate al Mama Mia e al Boca Chica. Finiti gli ultimi bagordi, poi, si ritirano nella loro stanza… almeno quei fortunati che l’hanno trovata a Torre del Lago. Provate ad esempio a chiamare il Bed & Breakfast Libano, uno dei primi a rivolgersi a una clientela gay in città: se riuscirete a parlare con il proprietario, sentirete la sua voce stremata, e capirete, anche senza vederlo, che la stanchezza che traspare dal suo volto indica che Ferragosto per lui vuol dire super-lavoro. Infine vi comunicherà, sconsolato, che ha occupato tutto l’occupabile. Insomma, le "gay-house" torrelaghesi sono completamente "overbooked".

Ma i clienti sono contenti? Libano riferisce di sì, anche se, assicura, lui e gli altri gestori della vita gay stanno lavorando per far sì che il prossimo anno ci sia un’accoglienza ancora più attrezzata, varia, invitante e friendly. L’idea è quella di creare un vero e proprio circuito del turismo gay in Versilia che consenta di unire tutte le forze per la soddisfazione della clientela.

Anche l’unico albergo sul mare, il Turandot, è pieno fino all’orlo: "Forse una stanza tra una prenotazione e l’altra si può trovare, ma non di più", assicurano. L’albergo, che accoglie clientela varia, dalle famiglie alle coppie gay, è un esempio di quello che è il nuovo trend della vita gay di Torre del Lago, che quest’anno più che mai è all’insegna dell’integrazione tra etero e omosessuali, in un’atmosfera di libertà e serenità che – speriamo – sarà d’esempio per l’Italia del futuro.

Quanto costa passare una settimana a Torre del Lago? Anni di esperienza nel settore dell’accoglienza turistica, hanno permesso ai gestori del luogo di diversificare l’offerta: c’è l’albergo comodo e ben messo, presso il quale avere una stanza doppia a cento euro a notte, oppure c’è il campeggio, dove con 62 euro si può avere un bungalow a quattro posti. Anche se si vuole risparmiare, quindi, una soluzione si trova. O, meglio: si trovava. Anche al camping Europa, infatti, che da sempre accoglie un gran numero di gay e lesbiche in vacanza, per questa settimana, la settimana del Mardi Gras, è tutto esaurito, e al massimo si può trovare posto per una tenda. Nella seconda metà del mese, però, i gestori ammettono che si sarebbero aspettati un maggior numero di arrivi e prenotazioni: sembra quasi che, finita la maratona gay del Friendly Versilia, i posti comincino a liberarsi, quasi che il "traino" del turismo lo svolgessero proprio i gay…

Per chiudere, un consiglio per il prossimo anno: se decidete di non mancare all’appuntamento gay dell’estate, prenotate per tempo. Trovate tutte le indicazioni utili anche nelle pagine della guida di Gay.it, a questo indirizzo: www.gay.it/guida/Toscana/Versilia_e_Lucca/. E buon divertimento!

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...