Vienna gay friendly: un viaggio tra miti, party e cultura LGBT nella capitale austriaca

di

Una bathhouse molto antica, un caffè storico e un party tradizionale ma assolutamente fuori dall'ordinario... questa è la Vienna gay friendly!

2347 0

Vienna è una città inclusiva, sicura, friendly: le sue strade nascondono non solo locali alla moda e bar super posh, ma anche tracce di quella che è stata la storia LGBT della città.

È proprio da qui che parte la mini guida gay di Adia, che insieme ad Andreas Brunner del QWIEN, il Centro per la Storia e la cultura LGBT visita lo storico Kaiserbründl, una sauna dove il fratello gay di Francesco Giuseppe I d’Austria amava frequentare aitanti soldati… Poi i due si recano allo storico bar Berg, il primo locale gay ad aver aperto di giorno nel 1989: a fianco c’è anche la libreria LGBT cittadina.

È la volta poi delle feste: Aida incontra la drag più famosa d’Austria (dopo Conchita Wurst, ovviamente!), Tamara Mascara, che la guida al Rosa Wiener Wiesn, la versione friendly dell’Oktoberfest. Ultima stop: l’Imperial Madness ovviamente, il club to be della città, che ha ospitato anche le protagoniste di RuPaul’s Drag Race. Uno dei tanti motivi per godersi un bel weekend nella città!

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...