ADOZIONI GAY

di

Sono sempre di più i gay e le lesbiche, single o in coppia, che non vogliono rinunciare ad allevare un bambino: qual è la situazione italiana ed europea?

848 0

Quali sono le possibilità di adozione da parte di una coppia gay o di un singolo? Quali Paesi la prevedono? Può e come può accedervi un cittadino italiano?

Purtroppo il tema dell"adozione (adozione di un bambino, intendo dire; perché a questo penso lei si riferisca; l"adozione fra maggiorenni essendo tutta un"altra cosa) è faccenda totalmente preclusa ai gay in Italia, sia come singoli che come coppia. Per il nostro ordinamento, infatti, l"adozione di un minore è consentita solo alle coppie sposate, dunque, nulla da fare per le coppie dello stesso sesso e nemmeno per i single.

E" un po" così anche in tutte le altre legislazioni occidentali, con pochissime eccezioni (Olanda, stato di New York negli Usa, Inghilterra per certi versi ecc.), ivi comprese quelle che riconoscono le unioni fra persone dello stesso sesso. Il punto è che, ammesso che un gay o una coppia di gay in Olanda ricevessero in adozione un minore (cosa in genere non facile, perché – di solito – le leggi di un paese in materia sono valide solo per i cittadini di quel paese e di paesi che hanno una legislazione analoga) quella adozione comunque non sarebbe poi mai riconosciuta dalla legge italiana e quindi il minore non potrebbe entrare in Italia come figlio di quel o di quei gay e beneficiare dello status di figlio adottivo.

Occorre aggiungere che tutte le varie proposte che sono state presentate in Parlamento per il riconoscimento delle unioni civili (eccetto una, quella che va sotto il nome di Buffo) non prevedono il diritto di adozione per le coppie gay. Vi sono invece proposte specifdiche per riconoscere il diritto di adozione ai single, gay o etero che siano, ma non si riesce a vederle approvate.

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...