ALLENARSI CON LA CORDA

di

Rimasto nel dimenticatoio per tanto tempo, considerato un allenamento antiquato rispetto alle moderne tecnologie da fitness, il salto con la corda torna alla ribalta.

611 0

Rimasto nel dimenticatoio per tanto tempo, considerato un allenamento antiquato rispetto alle moderne tecnologie da fitness, il salto con la corda torna alla ribalta.

La rivalutazione arriva come al solito dagli Stati Uniti, dove è stata fondata la Federazione di Jumping Rope con la prestigiosa collaborazione dell’American Heart Association, massimo organismo mondiale per gli studi di cardiologia.

Come dire: garanzie assicurate sugli effetti positivi di questo tipo di allenamento che come principale vantaggio ha quello di riuscire a potenziare gradualmente la resistenza cardiovascolare e l’efficienza polmonare.

In più si tratta di un esercizio di tipo aerobico e risulta quindi un ottimo sistema per stimolare la mobilitazione dei grassi anche nelle 24 ore successive al termine dell’allenamento.

Ecco perché 30 minuti di esercizio aerobico a giorni alterni, sono preziosissimi se si vuole dimagrire.

Al salto con la corda anche il merito poi di funzionare come valida alternativa per un corretto riscaldamento prima di qualsiasi sport, in quanto riesce a fare affluire una maggiore quantità di sangue, e quindi di ossigeno, ai muscoli.

Fondamentale la scelta delle scarpe che per non stressare le articolazioni devono avere una suola in grado di ammortizzare bene l’impatto con il terreno.

Consiglio: prima di iniziare conviene sempre fare un po’ di stretching leggero che riduce la tensione muscolare e aumenta la flessibilità.

Poi si comincia per gradi, rispettando i propri ritmi, senza forzature: chi non è allenato, per esempio, inizierà saltando a ritmo moderato per 2 minuti di seguito, interrompendo con 4 minuti di marcia sul posto.

Dopo qualche settimana è possibile aumentare il ritmo fino ad arrivare a: 3 minuti di saltelli consecutivi e 1 di recupero

E se vi viene sete – e vi verrà – così com quando vi viene sete in paestra, durante il workout, bevete acqua. Molti magari credono che bevendo prodotti più “specifici”, si riesca a sollevare carichi più pesanti in palestra, o comunque ritengono che questi prodotti siano degli “integratori” importanti, fondamentali nei workout e durante gli sforzi prolungati. In realtà queste bevande non sono altro che acqua con aggiunta di zuccheri.

Per questo il consiglio che di solito viene dato è quello di bere molta acqua, ricca di sali minerali e di altre sostanze utili al nostro organismo.

N. B. I suddetti consigli vanno intesi come indicazioni generali che potrebbero non applicarsi al tuo caso in particolare. Per ogni dieta, scheda d’allenamento o consiglio sul fitness, è opportuno rivolgersi a uno specialista che abbia la possibilità di visitarvi.

di Alessandro Sperotto

Leggi   La lettera di un papà contro le bambine che giocano a calcio: "Mio figlio ha diritto a una squadra di soli maschi"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...