ALTO, TONDO E SODO: PERFETTI ANCHE DA DIETRO

di

Il desiderio di tutti è avere un didietro perfetto, ma se non avete sangue giamaicano nelle vene spesso il risultato non è quello che vorremmo... e se bastasse...

796 0

I glutei sono muscoli che, spesso per vita sedentaria o per pigrizia innata, non vengono correttamente allenati e quindi perdono tono. Oltre alle solite raccomandazioni di camminare molto, salire le scale senza ascensore, evitare grassi e fritti, bere molto per depurarsi e fare una vita "sana", possiamo comunque migliorarne l’aspetto con degli esercizi semplici e veloci. Gli esercizi che vi proponiamo coinvolgono i gruppi muscolari della parte inferiore del corpo investendo, contemporaneamente, la coordinazione e la forza della fascia addominale e lombare.

Con un po’ di sacrificio dopo 2 mesi avrete un risultato visibile. Provare per credere!

Esercizio 1: WALKING

Importato dall’America questo sport può essere definito una camminata ad andatura veloce, può essere effettuato anche in città, magari per raggiungere l’ufficio senza prendere l’auto.

Tenete il busto in posizione naturale, senza piegarvi in avanti o stare troppo impettiti. Camminate a passo spedito oscillando le braccia (flesse a 90°). Se avete occasione di camminare in salita l’esercizio risulta più efficace.

Esercizio 2: JOGGING

Lo sport più diffuso perchè semplice ed effettuabile in ogni luogo, vi consigliamo di effettuarlo in vicinanza di parchi ed in zone senza smog per poter ossigenare correttamente il vostro organismo. Cominciate l’allenamento con un minimo di 15-20 minuti 2 o 3 volte la settimana cercando di aggiungere 5 minuti per ogni settimana successiva.

Esercizio 3: SQUAT

Questo esercizio può essere fatto con o senza pesi.

In piedi, con le gambe divaricate all’altezza delle spalle, allungate le braccia davanti a voi perpendicolarmente al busto. Piegate le gambe portando il peso del corpo sul tallone, formando un angolo retto con l’articolazione delle ginocchia.

Cercate di tenere la posizione per qualche secondo. Da ripetere in tre tranche di 20 piegamenti.

Esercizio 4: AFFONDI

Questo esercizio può essere fatto con o senza pesi.

Piedi uniti, fare un passo in avanti flettendo l’articolazione del ginocchio e mantenendo dritto il busto. Il ginocchio della gamba posteriore deve arrivare vicino al tallone della gamba avanti. Proseguire alternando l’altra gamba. Da ripetere 20 volte per gamba.

E adesso un po’ di stretching per rilassare i muscoli:

1) Supini, accavallate una gamba sull’altra e afferrate quest’ultima sollevandola da sotto il ginocchio. Tenete la posizione per circa 20 secondi e passate all’altra.

2) In piedi, afferrate una caviglia portando il piede vicino al gluteo. Ripetere anche con l’altra gamba, tenere la posizione per circa 20 secondi.

3) In piedi, sollevate la gamba ed appoggiatela a un piano, cercate di tirare il muscolo formando un angolo retto con il busto e piegandovi dolcemente in avanti.

di Roberta Rocco

Leggi   Trans e sport, l'Uisp apre alla procedura Alias. Le associazioni LGBT: "Una vittoria"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...