CALCIATORI RECUPERATI

di

Elettrostimolazione: in forma e scattanti!

863 0

Un dato confortante nel calcio moderno è che, nonostante l’elevato numero d’infortuni, la maggior parte dei giocatori riesce a recuperare in tempi relativamente brevi.

Caso esemplare è stato quello di Franco Baresi, diventato forse il più famoso recupero in tempi brevi nella storia dello sport. Libero della nazionale di Sacchi impegnata ai Mondiali USA (1994), Baresi, nonostante l’infortunio e il relativo intervento chirurgico, dopo tre settimane era regolarmente in campo a disputare la finale.

L’accaduto ha fatto conoscere l’elettrostimolazione muscolare, metodologia che permette di lavorare sui muscoli interessati già dal giorno seguente all’intervento, senza sovraccaricarne le articolazioni e i tendini.

Uno dei punti a favore dell’elettrostimolazione è proprio la minima tempistica di cui questa tecnica ha bisogno per raggiungere buoni risultati: venti minuti di trattamento (ovviamente nel caso in cui si utilizzi una macchina seria) procurano un carico di lavoro muscolare che, se paragonato all’esercizio volontario, corrisponde a 1200 ripetizioni.

L’elettrostimolazione è stata adottata non solo dai più attrezzati centri ospedalieri o di fisioterapia, ma è diventata anche una metodica d’allenamento di tutte le discipline sportive.

È da sottolineare che l’allenamento con l’elettrostimolazione non sostituisce comunque quello specifico della disciplina. Inoltre, sono sempre da affiancare alle sedute di elettrostimolazione gli esercizi di coordinazione generale, che consentono di allenare anche le proprietà neuromuscolari.

Ecco qui di seguito alcuni consigli per utilizzare al meglio la metodologia dell’elettrostimolazione nella preparazione fisica finalizzata al calcio:

Programmi da eseguire
· Forza
· Forza Resistente
· Forza Esplosiva

Muscoli da stimolare (in ordine di priorità):
· Quadricipiti, glutei
· Ischio-crurali, tricipiti surali, lombari
· Peronei, tibiali, paravertebrali

Esercizi di trasformazione per gli arti inferiori
· Corsa balzata braccia dietro la schiena
· Corsa laterale passo accostato
· Corsa laterale passo incrociato
· Corsa calciata dietro
· Corsa all’indietro
· Corsa calciata all’indietro
· Corsa veloce fra ostacoli bassi
· Corsa balzata fra ostacoli bassi
· Corsa slalom fra i paletti o altro
· Serie di scatti partenza da fermo
· Serie di scatti partenza dallo Skip
· Skip veloce ginocchia basse
· Skip laterale
· Serie di squat veloce con sovraccarico leggero sulle spalle (guarda l’esercizio: http://fitness.canalesport.com/vtrainer/cosce_anteriori/squat.html)

Come abbiamo già sottolineato, l’elettrostimolazione è solo un’integrazione all’allenamento abituale. Per prepararti in modo completo, ci vuole il Virtual Trainer!

di CanaleFitness

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...