CHIRURGIA DEL PENE

di

Le dimensioni medie, gli interventi, l'orgasmo

1296 0

Caro Leo,

intanto tanti auguri di Buon Anno al nostro insostituibile esperto!!

Mi piace molto la tua rubrica e tante volte ho trovato risposte utili a domande che anche io magari mi ponevo da tempo. Perciò ti scrivo per chiederti di una cosa che un po’ mi incuriosisce un po’ mi rammarica, anche se per fortuna non fino al punto da ossessionarmi.

Sono un ragazzo di 24 anni, per essere più precisi (e modesti :)) un bel ragazzo, corteggiato da molte ragazze ma che da tempo è interessato a corteggiare, e farsi corteggiare, da ragazzi. Vado a nuoto e in palestra, insomma fisicamente mi faccio notare facilmente, anche se francamente mi piace colpire il mio partner per altre doti (simpatia, socievolezza, intraprendenza, ambizione; beh insomma può bastare no??) e non mi lamento dei risultati. Adesso anzi sono addirittura "impegnato", e la storia promette di essere molto bella!!

Tutto ok allora? Non proprio, c’é un problema; anzi un problemino; ecco il fatto è che il mio pene non è proprio delle dimensioni che tanti, me per primo, si aspetterebbero io avessi. Per il mio aspetto (sono alto 176 x 66) ci si aspetta qualcosa di più, ma il mio inseparabile amico non raggiunge neanche i 14 centimetri alla sua massima estensione, e anche il diametro non è di quelli che colpiscono. Come ti dicevo, non sono ossessionato da questo anche perché, fortunatamente, ho molte altre armi per attrarre il mio partner. Però, durante i rapporti sessuali, non nascondo di essere un po’ imbarazzato, anche perché quasi sempre, non so bene perché (se cioè sia dovuto alle dimensioni o a qualche ulteriore fattore) io raggiungo l’orgasmo prima del mio partner, e insomma questa diversa durata non è poi cosi piacevole in un rapporto di coppia.

Ho sentito spesso parlare, naturalmente tra amici e per scherzo, di possibili interventi chirurgici per cambiare dimensioni o almeno diametro al pene; mi potresti fornire qualche informazione più precisa al riguardo? Sarei seriamente interessato se anche fosse possibile un piccolo miglioramento. E se la chirurgia non è ancora pronta per servirci, cosa mi consigli di fare? Che mi dici poi rispetto al mio desiderio di durare di più? Mi piacerebbe sapere che qualche soluzione esiste, anche soltanto per il gusto di sfida che proverei nel tentare di raggiungerla.

Ti ringrazio tanto per l’aiuto, e buon lavoro!!

Marco

P.S. Aspetto con ansia una tua risposta!

Caro Marco,

grazie per i tuoi complimenti! Anche a te e a tutti i lettori di questa rubrica un augurio di Buon Anno 🙂

Per quanto riguarda le tue domande non devi sentirti imbarazzato anzi devi sapere che le dimensioni del pene, specialmente durante l’adolescenza, sembrano essere il problema principale dei maschi (etero o gay che siano), in genere crescendo e con l’esperienza ci si rende conto da soli che le dimensioni non hanno nulla a che fare con il piacere che si ricava dal sesso. E’ ovvio però che se tu sei disposto a subire un intervento chirurgico vuol dire che per te è un problema vero. Ma solo per te, nessuno infatti si aspetta che tu abbia un pene proporzionato alla tua altezza! Dunque non aver timore di deludere qualcuno: ciò che importa è come lo usi non quanto è grande!

Le dimensioni del pene infatti sono estremamente variabili. Per prima cosa bisogna saperlo misurare: la lunghezza si prende sul dorso del pene, cioè sulla superficie rivolta verso l’addome e la circonferenza media si misura alla base del pene, cioè sulla parte più vicina all’addome. Quando nel 1948 il prof. Kinsey pubblicò il suo famoso Rapporto sostenendo che le dimensioni "giuste" erano di 16 cm seminò il panico tra milioni di maschi. Oggi abbiamo notizie più rassicuranti. Secondo uno studio commissionato da produttori di profilattici ed eseguito da una équipe medica su 300 uomini è risultato che il 75% ha una lunghezza del pene in erezione compresa tra 12,9 e 15,7 centimetri ed una circonferenza media di 12,4. Un studio italiano, del prof. Roberto Ponchietti della Clinica Urologica di Firenze, pubblicato su "European Urology" di febbraio 2000, è ancora più rassicurante: alla visita di leva infatti sono stati visitati 3.300 soggetti, dai 17 ai 19 anni e la lunghezza del pene flaccido è risultata in media di 9 centimetri, la circonferenza di 10. La lunghezza media del pene stirato, misurando dal pube all’apice del pene, è stata di 12.5 centimetri, con un minimo di 7.5 ed un massimo di 17.5. Come vedi le tue misure rientrano perfettamente nella media.

Leggi   Millennials, anche tra gli etero si diffonde il sesso anale

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...