CIBI PER AMARE MEGLIO

di

Cosa mangiare per passare splendide notti di sesso

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3594 0

Non credete ai racconti dei vostri amici al pub o agli eroi dei film d’azione: è naturale per un uomo avere dei momenti "no" durante un rapporto sessuale. Questo non vuol dire essere malati, o peggio, impotenti. Si tratta di una normale reazione del fisico a determinati stimoli esterni o a momenti di stress; anche un atleta di decathlon ha i suoi "ups and downs". Non c’è mai un momento "buono" per un calo di "vivacità", ma ci sono alcuni sistemi per essere certi di essere sempre pronti quando giunge la "chiamata al dovere"!

Alcune ricerche mostrano come quello che portiamo alla bocca (parliamo di cibo, of course) abbia il potere di sollevare il nostro morale – e certe parti anatomiche. E mentre alcuni cibi possono fungere da propellente per il morale e farvi sentire come una "macchina del sesso", altri possono ridurre la libido a livelli da economia del terzo mondo. "Puoi essere una dinamo del sesso a qualsiasi età", ci assicura Ann Louise Gittleman, autrice di Super Nutrition for Men, in cui ci spiega la relazione tra dieta e sessualità. Il concetto è semplice: se non avete abbastanza energia, la performance sarà decisamente mediocre. Ma prima di svuotare il frigorifero alla ricerca dell’elisir dell’amore, leggete i consigli della Gittleman sulla chimica degli alimenti.

E vai con le proteine…

Per diventare un vero Superman, un uomo d’acciaio, lasciate perdere immediatamente esotiche polveri estratte da corni di rinoceronte o estratti di ovaie di rane-toro: concentratevi invece su un’alimentazione bilanciata che vi fornirà l’energia sufficiente e le sostanze nutritive essenziali per compiacere voi stessi e la persona amata.

"Equilibrio tra carboidrati, proteine e grassi", dice la Gittleman, suggerendo una proporzione di 40-30-30, perché con troppi carboidrati le energie crollano, senza passare necessariamente per i punti importanti, e questo nel paese della pasta è preoccupante… in altre parole, il livello di zuccheri nel sangue può andare al minimo e causarvi mal di testa, senso di affaticamento, variazioni di umore e insonnia, nonché trasformarsi in una notte in bianco in ogni senso. Assicuratevi di introdurre abbastanza proteine. "Gli aminoacidi – i mattoni delle proteine – aiutano ad aumentare la produzione dello sperma oltre ad influenzare i neurotrasmettitori che sviluppano l’energia che ci fa interessare al sesso." Parola del dottor Stephen Sinatra, direttore dell’Eastern Connecticut Health Network e autore di Optimum Health.

Le proteine inoltre stabilizzano il livello di zuccheri nel sangue riducendo le variazioni di umore e la letargia, impedendovi di pronunciare le fatidiche parole: "Non stasera, amore". "La giusta quantità di acidi grassi essenziali aiuterà il corpo a produrre le prostaglandine che regolano la risposta sessuale" ribadisce la Gittleman.

Questi acidi grassi forniscono carburante agli organi riproduttivi: senza di essi ne potrebbe scaturire infertilità o un’eiaculazione insufficiente.

Per aumentare la reazione sessuale, la Gittleman raccomanda da 500 a 3,000 milligrammi al giorno di omega-6 AGL (acido gamma linolenico), che si trova nell’olio di primula e in quello di borragine. Gli acidi grassi omega-3, che si trovano nei semi di zucca, nelle noci, nei semi di lino, aiutano a vincere la depressione e a tirare su il morale.

…e con le vitamine!

Così come per il cuore, i polmoni e molte altre funzioni del corpo, quando si tratta di arrivare al dunque, la parola chiave è antiossidanti. Questi combattenti dei radicali liberi, che includono la vitamina A, C e E, aiutano a proteggere e dare impulso agli organi sessuali. Circa la metà del selenio nel corpo di un uomo è presente nei testicoli e in una parte dei dotti seminali lungo la ghiandola della prostata. Per questo la Gittleman suggerisce di introdurre 200 microgrammi al giorno tramite cibi che ne contengono in gran quantità, quali il germe di grano, l’aglio, cereali integrali, noci del Brasile e semi di sesamo.

Anche la vitamina E, a lungo conosciuta come "la "vitamina del sesso", è un antiossidante. Il pene in erezione viene percorso dal sangue che trasporta ossigeno vitale: la vitamina E impedisce che questo sangue contenente ossigeno si riempia di radicali liberi, e inoltre aiuta il cuore durante il sesso. Di solito è difficile immagazzinare tramite il cibo la giusta quantità di vitamina E, quindi la Gittleman pensa che sia meglio introdurla altrimenti, oltre a mangiare tante noci, semi e cereali integrali.

Leggi   Obbligava i compagni a vedere i suoi video porno, squalificato il sollevatore Antonino Pizzolato

Prima di un rapporto, via libera a uova e semi di zucca, che contengono zinco. Lo zinco è un precursore del testosterone e di solito si perde sotto stress. Anche la vitamina B influenza la produzione del testosterone e la niacina migliora l’afflusso di sangue al pene. (Si consigliano cereali integrali e fagioli).

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...