CLANDESTINI COME I DUE COWBOYS

di

Come in Brokeback Mountain: due persone che si amano clandestinamente; uno convinto delle proprie scelte, l'altro che vorrebbe chiudere per paura. Che fare? Risponde l'esperto.

2026 0

Sono sposato con figli e 4 anni fa ho incontrato un uomo anche lui sposato cono figli ed abbiamo cominciato a frequentarci. È nata una storia all’inizo anche molto intensa che ha portato anche a molti conflitti interni sulle scelte famigliari fatte a monte che ci hanno portato a rallentare i nostri incontri e non vederci più molto spesso.
Entrambi sappiamo che è una strada senza sfondo, ma ogni volta che ci vediamo (anche se passa un anno) l’intensità degli incontri è molto alta. Lui è sempre stato molto più combattuto di me sulla scelta sopratutto perchè quando è in famiglia si sente molto in colpa e sta male. Io sono molto più libero a livello mentale di quanto lo sia lui.. è una strada senza sbocco.. lo so.
Un pò come i due cow-boy di BrokeBack Mountain. Ad ogni incontro, lui propone di non incontrarsi più, restare amici…e poi puntalmente ci ricaschiamo. Se fosse per me potremmo continuare ad incontrarci trovando un equilibrio tra vita familiare e questo nostro angolo di Paradiso… ma lui è determinato al contrario anche se ogni tanto torna su i suoi passi.
Io vorrei dimenticarlo ma non ci riesco e non voglio andare con nessun altro perchè lui è lui e nessun altro lo può sostituire. Cosa consigli?
Criceto

Continua in seconda pagina^d
Carissimo,
la tua storia è la rappresentazione di quanto l’amore vada fuori da quegli schemi preconfezionati e costruiti dalla società in cui viviamo. L’amore è semplicemente il sentirsi attratti da quello che più ci piace, uscendo molte volte fuori dalle stereotipie e dai pregiudizi. L’amore è volere stare bene con se stessi e con gli altri, l’amore è anche scoprire un’attrazione omoerotica.
Purtroppo amare significa anche confrontarsi con l’oggetto del nostro desiderio e, quando le paure legate all’accettazione sono così forti, può non essere così facile trovare una risoluzione chiara ed efficace.
Infatti, da ciò che hai descritto nella tua mail, il nodo che più si stringe sembra essere in mano al tuo “compagno”, che non riesce a districare probabilmente per sue paure e difficoltà.
Gli incontri “rubati” o comunque vissuti in modo clandestino rinforzano solamente il piacere dell’istante, mantenendo alta la tensione sulle personali responsabilità. Il desiderio resta particolarmente intenso, ma fine a se stesso.
Credo che chiarirsi possa ritenersi fondamentale, anche se la difficoltà individuale potrebbe far sopraggiungere una drastica decisione di allontanamento l’uno dall’altro.
Vorrei però sottolinearti quanto tu sia in una dimensione molto più serena e comprensiva dell’avventura sentimentale-sessuale e quindi, quanto per te sia più facile comprendere e riflettere su certe vicissitudini. Il fatto di avere mosso un primo passo come può essere quello di aver scritto una mail mirata ti alleggerisce da quelle tensioni ed elementi che costantemente ti portano alla confusione.
Credo inoltre che tu non debba dimenticare nessuno, piuttosto potrebbe essere necessario comprendere ancor meglio cosa rappresenti per te questo momento di evasione dall’eterosessualità, chiarendoti internamente i tuoi desideri, bisogni e necessità.
Un abbraccio
Dr Fabrizio Quattrini
Per fare la tua domanda agli esperti, compila il form che trovi in fondo alla pagina cliccando qui.

di Fabrizio Quattrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...