COME DISSETARSI

di

Non basta attaccarsi alla bottiglia per togliersi la sete una volta per tutte. Suggerimenti per scegliere la bevanda giusta tra le molte varietà di: acque, succhi, bibite e...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
698 0
698 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


L’estate è una stagione in cui bere è fondamentale, ma come ci possiamo muovere nel vasto mondo delle bevande? Rimane il problema di cosa è meglio bere, tra la ricca offerta di: frullati, succhi di frutta, acqua, bibite gasate, tisane, tè.

Acqua: la scelta più saggia

Quando la bocca diventa arida e asciutta (vuol dire che è già tardi e siamo disidratati) cosa ci viene in mente di bere?

Alla nostra mente affiorano mille nomi di bevande pubblicizzate, ma in genere l’acqua, la meno appagante per il palato, è l’ultima opzione. Quando il corpo ha bisogno di acqua scegliamo di dargli acqua al 100 %: è la scelta più saggia.

Attenzione però alla temperatura, è ottimale la temperatura ambiente o leggermente fresca. L’acqua ghiacciata è sempre un pugno per lo stomaco che si trova a 37°.

Nel mondo delle bollicine

Proprio non vi sentite appagati dalla sola acqua? Ci vorrebbero le bollicine ? No! Le bollicine sono anidride carbonica, stimolano i succhi gastrici e possono quindi causare acidità di stomaco e gastriti. Se volete bere acqua gasata potete farlo, ma a stomaco pieno ed al massimo una volta al giorno. Se invece amate le bibite gasate occhio alla linea! In genere sono piene zeppe di zucchero puro e quindi, oltre a non dissetarci veramente, fanno anche ingrassare.

Fanno eccezione le bevande leggermente gasate, preparate da alcune ditte di integratori, con sali minerali. Queste infatti possono essere utili per atleti di fondo o ciclisti al termine di una prestazione in quanto capaci di abbassare leggermente il ph facilitando il recupero.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...