COSA PENSANO I FIGLI?

di

Un lettore chiede come reagiscono i figli all"omosessualità del genitore.

533 0

Generalmente come i figli percepiscono e vivono l"orientamento omo-bisessuale del padre? Ci sono differenze tra maschi e femmine?

Purtroppo, che io sappia, non esistono studi longitudinali sulla crescita dei figli e delle figlie con padri omosessuali o bisessuali.

Gli unici studi esistenti, condotti prevalentemente negli Stati Uniti, mettono in crisi gli stereotipi più diffusi riguardo alla preoccupazione che i figli di genitori omosessuali siano più esposti all"abuso sessuale, che possano avere problemi di identità di genere o che siano spinti a diventare a loro volta omosessuali.

Nessuna di queste tre preoccupazioni risulta essere fondata. Gli studi dicono, infatti, che ad essere più propensi all"abuso sessuale sono i padri eterosessuali nei confronti delle figlie femmine.Inoltre i figli di genitori omosessuali non sono avere più problemi emotivi dei figli di genitori eterosessuali. Risultano solo essere più esposti allo stress di dover fronteggiare il pregiudizio proveniente dal mondo esterno.

Secondo la mia esperienza, la percezione da parte dei figli del padre, come della madre, è in relazione prevalentemente all"immagine che il genitore in questione ha di sé. Se il genitore ha una buona consapevolezza e una buona immagine di sé, vive la propria affettività e la propria sessualità senza vergogna, i figli interiorizzeranno questa immagine come parte di sé ed avranno più strumenti per fronteggiare il pregiudizio sociale.

Per quanto riguarda le differenze tra maschi e femmine, è molto probabile che il percorso sia diverso, anche perché nella nostra società è ancora molto marcata la differenza di ruoli. Purtroppo anche su questo specifico argomento non esistono ricerche. Per quello che sino ad oggi si conosce, è possibile dire che un rapporto sincero e aperto produce maggior benessere sia per i genitori che per i figli.

di Daniela Ciriello

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...