CUMULI DI GRASSO SUL PENE

di

Un lettore chiede informazioni su una particolare condizione: "provo a grattare con l'unghia il glande e alcuni scompaiono". Risponde l'esperto: "Meglio una visita specialistica".

1265 0

Ho un problema al pene, ed avevo già visto parecchio tempo fa che era stato affrontato, ma non lo avevo letto nei particolari.
Io mi trovo ad avere dei segni, come dei cumuli di grasso, sulla punta del pene, ma al tatto non sono percepibili, quasi fossero delle macchie, questo mi accade da diversi anni, ho provato a grattare con l’unghia e quelli presenti da più tempo scompaiono; oltre a questo attorno alla punta la pelle è tutta ruvida come se fosse screpolata, non so cosa può essere, mi sai dare qualche informazione?
ciao e grazie

Mi pare di capire dalla tua domanda che questo problema dura da molto tempo e soprattutto che le lesioni che descrivi sono rimaste invariate. Questo mi porta a ritenere che non si tratta di condilomi (che invece tendono a crescere, sia pure lentamente, nel tempo). Non so se sia questo l’argomento già trattato a cui ti riferisci.
Quello che mi sento di dirti è che devi farti visitare per diversi motivi. Il primo è che è impossibile (e non è corretto) fare una diagnosi via internet a maggior ragione quando si tratta di malattie dermatologiche che vanno viste, il secondo è che lo scopo di questa rubrica non è mai quello di sostituirsi al medico curante ma, al contrario, quello di incoraggiare ad andare con fiducia dal proprio medico (che, alla fin fine, è quello che noi abbiamo scelto e che, proprio per questo, si chiama medico di fiducia). Spesso tra i gay esiste la paura che si possa risalire da una determinata malattia all’orientamento sessuale, insomma che si possa essere “scoperti” ma in realtà non c’è nessuna malattia che sia esclusiva dei gay e se è questo il tuo timore spero che ti renda conto che puoi tranquillamente andare dal tuo medico senza che lui possa capire (ammesso che la faccenda gli interessi) con chi vai e cosa fai a letto.
Una alternativa praticabile per chi proprio non riesce ad andare dal proprio medico è di rivolgersi ad un Centro per le Malattie Sessualmente Trasmesse (in Italia di questi Centri ne esistono 45 e sono sempre aggregati ad un Reparto di Dermatologia, generalmente sono anonimi e gratuiti anche se questo può cambiare da Regione a Regione) dove ci sono colleghi preparati che possono prenderti in cura.
Ciao 🙂
dr. Francesco Allegrini
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Salute.

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...