CURARE LO SCOLO

di

L'importanza di avere un medico di fiducia.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1656 0
1656 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Le sarei grato se mi fornisse qualche informazione su quello che viene definito "scolo", su come si prende, come si cura ecc.. Già che ci sono le sarei grato se mi potesse dare qualche consiglio utile per cercare di migliorare o con più precisione allungare i miei tempi amorosi..ho l’idea di soffrire un pò di eiaculazione precoce.

Confidando in una sua risposta le invio i miei più cordiali saluti

Caro Cris,

con il termine di "scolo" ci si riferisce generalmente alla gonorrea cioè ad una delle più frequenti malattie trasmesse sessualmente. La parola scolo rende bene uno dei sintomi più evidenti della gonorrea del maschio quando colpisce l’uretra cioè, appunto, lo scolo, la fuoriuscita di un materiale più o meno denso, di colore giallastro o verdognolo, accompagnato da bruciore quando inizia ad uscire l’urina e dalla sensazione di dover fare spesso pipì.

Il termine scolo però è impreciso perché non tutte le uretriti sono dovute al Gonococco (cioè al batterio che provoca la gonorrea) e soprattutto la gonorrea può colpire anche altre parti del corpo. Nel maschio può interessare oltre che l’uretra anche la bocca, la gola e l’ano, nelle donne può colpire la vagina, l’utero e le tube di Fallopio. Quando colpisce l’uretra (cioè il tubicino che porta l’urina dalla vescica all’esterno, oltre che lo sperma) è facile da diagnosticare proprio perché è presente la fuoriuscita di questo materiale simile a pus (ed anche se non è evidente se si spreme il pene si vedranno delle goccioline di pus, inoltre vedrai delle macchie giallastre sulle mutande), dato però che ci possono essere altri batteri responsabili di una uretrite è sempre meglio fare un tampone prima di prendere gli antibiotici che il medico prescriverà.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...