EIACULAZIONE PRECOCE E PRESERVATIVI RITARDANTI

di

Un lettore chiede se possono aiutare chi soffre di eiaculazione precoce e quando una eiaculazione si definisce precoce

991 0

Salve, vorrei sapere se i preservativi con effetto ritardante possono avere degli effetti collaterali, come impotenza o altro, immediate o col passare del tempo.

Inoltre se possono aiutare chi ha problemi di eiaculazione precoce, e se uno che eiacula dopo circa 5minuti è da considerarsi prococe, e perchè visto che desidero farlo con tutto me stesso. GRAZIE

Carissimo,

rispetto alla domanda sugli effetti collaterali dei profilattici ritardanti possiamo rassicurarti dicendo che non sembrano esistere sintomatologie direttamente collegate. Il disturbo erettile può avere altre origini di ordine psicologico e/o organico.

Nelle persone che soffrono di eiaculazione precoce è possibile riscontrare, con l’utilizzo dei profilattici sopra descritti, alcuni miglioramenti. Infatti coloro che hanno un disagio di eiaculazione precoce a causa di una forte sensibilità del "glande" potrebbero trovare beneficio utilizzando tali strumenti che, in parte, tenderebbero ad abbassare la sensibilità prolungando, quindi, il rapporto sessuale.

Visto che il disagio dell’eiaculazione precoce non è direttamente collegato alla forte sensibilità del pene è necessario fare una diagnosi accurata per indirizzare al meglio la tecnica di risoluzione.

Inoltre rispetto al tempo che tu descrivi come possibilmente collegato all’eiaculazione precoce (5 minuti) è utile sapere che si definisce precoce quel rapporto che termina "velocemente" lasciando i partner in uno stato di estrema insoddisfazione. Quindi pur individuando differenti tempi della risposta sessuale è importante avere come punto di riferimento il concetto di benessere all’interno della relazione sentimentale e sessuale.

Istituto di Sessuologia Clinica Roma

di Ist. di Sessuologia Clinica

Leggi   Il principe Harry ritira il premio LGBT in onore di Lady D e la ricorda: "Ha lottato contro omofobia e stigma da HIV"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...