GAY EUROPEI E LEGGE OLANDESE

di

Quali sono le conseguenze sugli omosessuali non olandesi della legge sui matrimoni gay recentemente approvata?

824 0

La legge olandese o quella danese sui matrimoni gay è interdetta a gay non cittadini di quei paesi ? Anche a cittadini residenti in altri Paesi dell"Unione ? O è possibile ottenere la residenza in qualche modo, e poi attivare la legge ? In caso affermativo, ci si può rivolgere ad un Tribunale danese o olandese, e chiedere che l"atto di matrimonio sia considerato valido,e poi chiedere-ottenere che il giudicato sia trascritto in uno Stato civile Italiano?

Distinguiamo fra Danimarca e Olanda.

In Danimarca non vi è il matrimonio fra persone dello stesso sesso; vi è dal 1989 la cosiddetta "registered partnership", che è simile a ciò che noi vorremmo in Italia come "unione civile".Secondo la legge danese potevano unirsi civilmente solo le coppie in cui almeno uno (o una) partner fosse di nazionalità danese e risiedesse nel paese. Nel 1999 è intervenuta una modifica e ora possono unirsi civilmente anche due soggetti stranieri, purché residenti in Danimarca da almeno due anni; oppure cittadini dei paesi baltici (norvegesi, svedesi o islandesi); oppure cittadini di un paese che abbia una legislazione simile a quella danese (e l"Italia non è certo fra questi).

Sarà dunque possibile richiedere la residenza in Danimarca, poi, una volta ottenutala, lasciare trascorrere due anni e quindi unirsi civilmente. Il punto però è che poi tale unione non avrà effetti in Italia, perché il nostro paese non riconosce questo tipo di unioni.

In Olanda dal 1997 c"è il riconoscimento delle unioni registrate, ma vi è anche il riconoscimento delle convivenze e fra non molto entrerà in vigore anche il matrimonio vero e proprio anche per le coppie dello stesso sesso.

In attesa dell"introduzione del matrimonio, fermiamoci alle unioni registrate. Esse sono aperte, come in Olanda, anche ai cittadini stranieri, purché residenti in Olanda (non occorre il biennio di residenza): dunque è possibile (ma non facile) ottenere la residenza olandese e poi convolare all"unione civile. Il punto cruciale, però, una volta ancora è che l"unione registrata in Olanda non avrà alcun valore in Italia, in cui non c"è un istituto corrispondente. L"unione dunque non potrà essere riconosciuta da nessun Tribunale italiano. E" chiara quindi l"impasse in cui ci si trova: in diversi paesi(e non solo Danimarca e Olanda) è possibile per uno o due cittadini italiani dello stesso sesso unirsi civilmente, ma ciò non ha alcun valore per la nostra legge.

La questione non è mai stata posta alla Corte Europea: sarebbe interessante vedere che cosa deciderebbe ove ne fosse investita.

Avv.Ezio Menzione

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...