GAY SPOSATO E CHIESA

di

"Avere una moglie ma nel contempo amare un uomo è una cosa accettata dalla chiesa?" Il dubbio di un lettore credente. Ma l'esperto risponde: "Dimentica la gerarchia e...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il fatto di essere sposati e vivere splendidamente in amore con la propria moglie ma nel contempo avere amore per un uomo è una cosa accettata dalla chiesa? Questo rapporto è esclusivamente fatto di effusioni d’amore senza rapporti carnali.

Caro amico,

le scarne notizie che tu mi fornisci non facilitano il mio dialogo con te. Non so se tu ne hai parlato con tua moglie, se l’amore per questo uomo dura da anni, se tu ti senti in pace con te stesso… Non è tanto difficile conoscere che cosa pensi la chiesa gerarchica: il più secco no a questo doppio rapporto.

Forse per te sono più importanti, a mio avviso, altre riflessioni che tu solo puoi fare conoscendo la tua storia personale, come sei giunto al matrimonio, come ti gestisci il tutto, come vivi questa situazione nel tempo, come la vive tua moglie, se hai ritenuto di non confidargliela…

Io diffido molto delle rigidità che non tengono conto dei percorsi personali come diffido delle relazioni in cui si gioca sui sentimenti altrui.

In ogni caso, se sei credente, il punto centrale non è che cosa ne pensa la gerarchia, ma come tu vivi questa realtà davanti a Dio. Il credente non sta nella sua vita come suddito di una gerarchia, ma come figlio di Dio libero e responsabile per cui non ci sono modelli da copiare ed applicare ad ogni situazione.

Sono convinto che la tua coscienza ti darà la risposta più attendibile perché essa sa tenere conto dei tuoi bisogni profondi e nello stesso tempo è animata, stando a quanto mi scrivi, da un altrettanto profondo amore per tua moglie. Spesso la via più evangelica non è una perfezione ideale, ma la strada concreta in cui amiamo noi stessi e le persone con cui siamo in relazione. Viviti questa ricerca sotto il sorriso di Dio.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...