I MILLE DUBBI DI UN HIV+

di

Perché ho questi effetti collaterali? Devo sempre dirlo ai partner? E se qualcuno usa il mio spazzolino? Mi conviene vaccinarmi per l'influenza? Risponde l'esperto.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Carissimo dottor Allegrini
le dico subito ke sono hiv+ da 4 anni circa, con un numero alto di cd4 e una bassa viremia (anke se i medici mi continuano a tenere in trattamento) mi kiedo se è possibile aver presto patologie legate agli effetti secondari dei farmaci ke prendo, di solito sono monitorato e tutto va bene x ora a parte il fegato un po’ ingrossato (sono le medicine?) posso aiutarmi con una dieta? a me piace mangiare e cmq non ho più colecisti…
seconda domanda…mi capita d aver rapporti orali, cioè di farli, ma ho paura di contagiare il partner e ho paura anke x me in fondo di beccarmi qualcos’altro, di solito ho rapporti consenzienti e sempre protetti ma mi è capitato anke di aver rapporti protetti ma omettendo di dire ke sono hiv +..e un comportamento sbagliato? forse più da dottore mi serve da amico…sto attento ma temo sempre ke la persona possa saperlo dopo e trattarmi male in seguito…una volta soltanto si è rotto un preservativo mentre subivo una penetrazione ma me ne sono accorto quasi subito ma non ho avuto il coraggio di dire a quella persona la verità..devo avvisarla dottore o non c’è stato riskio? cmq ho smesso con i rapporti senza dir nulla anke se protetti…è un angoscia psicologica x me…anke se la voglia di sessualità è forte anke in un ragazzo hiv+ della mia età
un altro quesito…una persona a me cara ha x sbaglio usato il mio spazzolino da denti nel periodo in cui soffrivo di stomatite in bocca con piccole lesioni,è successo circa mezz’ora dopo ke lo usavo io e per alcuni giorni a mia insaputa…questa persona ha corso riski concreti? ogni tanto soffre di gengivite…ora è passato un po’ di tempo e in ospedale m han rassicurato dicendo ke è impossibile ma io ho paura…devo farle fare il test? è una persona ansiosissima non giovane so ke farle fare un test del genere significa toglierle un sacco di notti di sonno conoscendola lo farei solo se c’è realmente riskio, e conti ke veniva usato cmq un dentifricio,…
dimenticavo un ultima stupidaggine….devo dire alla mia estetista ke mi toglie le sopracciglia della mia situazione? a volte ho la sensazione ke non sterilizzino le cose e temo x gli altri
e vaccinandomi x l influenza o l epatite mi salvaguardo o aumento i riski al mio sistema immunitario? e vero ke i sieropositivi non possono vaccinarsi?……posso sembrar confuso ma mi aiuti son disperato..grazie
Alex

Caro Alex mi poni molte domande e cercherò di risponderti per punti in modo da essere più chiaro e conciso.
1) Terapia anti HIV ed effetti collaterali dei farmaci.
Non sapendo che farmaci stai assumendo non posso essere molto preciso ma, in generale, per tutti i farmaci anti HIV ci possono essere degli effetti collaterali che si manifestano dopo poco tempo (diciamo i primi mesi) ed altri che invece possono manifestarsi anche dopo molti anni. “Possono” però non significa “debbono”! La maggioranza dei pazienti non ha gravi effetti collaterali né precoci né tardivi e se non fosse così nessuno riuscirebbe a fare una terapia complessa come quella anti HIV, ti pare ? Del resto i controlli periodici che fai servono proprio a questo: non solo per vedere se la terapia funziona (cioè se aumentano i CD4+ e diminuisce la viremia) ma anche per controllare che non ci siano alterazioni negli esami del fegato, del rene,ecc. e per ascoltare dal paziente se ci sono problemi. Il fegato può certamente essere interessato dai farmaci anti HIV (specialmente nei pazienti che oltre all’HIV hanno il virus dell’epatite C o B) e la cosa più importante che il paziente può fare, più che una dieta, è di non bere alcool che per il fegato è un vero e proprio veleno. Non sto dicendo che devi rinunciare ad una birra se vai in pizzeria con gli amici, ma se cominci la giornata con un caffè corretto… allora è un altro discorso 🙂 Per una dieta vera e propria (attento! dieta non significa mangiare poco ma significa mangiare bene, è una questione quindi di qualità non di quantità) il tuo medico, in base anche ai farmaci che tu prendi, sarà in grado di darti dei suggerimenti più specifici.
2)Dirlo o non dirlo?
E’ un problema molto sentito dai sieropositivi e vissuto spesso con autentica angoscia. Per quanto riguarda l’estetista non hai nessun obbligo di dire un bel niente casomai è lei che è obbligata a sterilizzare tutto se non altro per tutelare la TUA salute, se è una sporcacciona cambia estetista! Nei rapporti sessuali se sono protetti dal preservativo non c’è rischio e dunque non mi pare che tu debba crearti troppi problemi. Tieni conto che il preservativo protegge gli altri dal tuo HIV ma protegge te da altre malattie (gonorrea, sifilide,ecc) ed anche dalla possibilità di infettarsi di nuovo con un ceppo diverso di HIV che potrebbe essere più aggressivo di quello che hai già oppure, peggio ancora, potrebbe essere resistente ai farmaci (compresi quelli che non hai mai fatto). Dunque non devi pensare che sei OBBLIGATO ad usare il preservativo ma piuttosto CHE TI CONVIENE usarlo. L’astinenza sessuale non è una buona scelta sia per la tua salute psichica che per quella fisica, infatti uno resiste resiste poi esplode, magari beve, o peggio “si cala”, e ne combina di tutti i colori… ci siamo capiti, vero? 🙂
3) Si è rotto il preservativo, ha usato il mio spazzolino (o la mia lametta, o le forbicette, ecc).
Queste sono le situazioni che possono capitare e che potrebbero consigliare di dirlo. Infatti in questi casi è possibile praticare una Profilassi post esposizione (come facciamo noi in Ospedale se capita di pungersi con un ago). Andando al Pronto Soccorso e/o in Malattie Infettive entro 12-24 ore dall’incidente è possibile assumere dei farmaci per 30 giorni per ridurre la probabilità (comunque già bassa per conto suo) di infettarsi con HIV. Nel caso dello spazzolino (il dentifricio non c’entra nulla!) è ormai passato del tempo, la gengivite non c’entra con l’HIV e dunque penso che abbiano ragione i colleghi che ti hanno rassicurato.
4) Vaccinazioni.
L’antinfluenzale ed il vaccino contro l’epatite non solo puoi farlo ma anzi è proprio consigliato. Le vaccinazioni che non possono fare i sieropositivi sono solo quelle con virus vivi (per es. la Febbre Gialla).
Spero di aver risposto a tutto e soprattutto spero che tu sia più tranquillo, cerca di parlare di più con i colleghi che ti curano (che potrebbero fornirti anche il supporto di uno Psicologo), ed anche parlare e confrontarsi con altri sieropositivi come te può esserti di grande aiuto.
Ciao 🙂
dr. Francesco Allegrini

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...