IL PROFESSORE GAY

di

Timore di essere "scoperto" in "certi locali", desiderio di essere tutelato nel caso fosse "allontanato" dai suoi studenti, paura di "guai giudiziari". L'esperto risponde: nessuno ti disturberà.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Caro avvocato,

sono un’insegnante delle scuole superiori appena entrato di ruolo. Ovviamente le scrivo perchè non sono dichiarato e ho sempre paura che qualcuno si accorga o, peggio, mi veda fraquentare certi locali o altro. Sono ben cosciente che il mio è un comportamento sbagliato, ma deriva dalla forte paura di avere dei seri problemi riguardo il lavoro (proprio ora che finalmente sono di ruolo).

La mia più grossa paura riguarda la famosa affermazione di Fini nei confronti degli insegnanti omosessuali detta diversi anni fa. Sinceramente non so se ci sono delle leggi che mi tutelano nel caso fossi "allontanato" dagli studenti per il mio orientamento omosessuale.

Ritengo di essere un buon insegnante (ma non si sa mai), ma son sicuro che potrei esserlo ancora di più; è questa insicurezza e paura di guai giudiziari (per una cosa di cui non ho colpa)che non mi permette di realizzarmi al pieno delle mie capacità, quindi le chiedo se posso stare tranquillo o se corro qualche rischio.

Ringraziandola anticipatamente le porgo distinti saluti.

Luca

Caro Luca,

stai pure tranquillo.

Sulla tua questione mi sento di essere molto sicuro e ottimista. Fini o non Fini, nessuno potrà farti nulla a meno che…a meno che…due cose:

1) tu sia insegnante di religione (nella tua lettera non si dice cosa insegni), e in tal caso di fronte ad uno "scandalo", come è già successo in passato, il vescovo ti tolga il suo placet;

2) tu sia coinvolto in uno scandalo con qualche tuo alunno; ma spero che tu abbia il giudizio di stare ben lontano dagli alunni.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...