IMPARARE IL SESSO

di

"Io e il mio partner abbiamo difficoltà a mantenere l'erezione. Le prime volte era una tragedia. Poi è andata un po' meglio. Si migliora con la pratica?". Risponde...

1736 0

Salve, è da anni che mi sento attratto soprattutto dagli uomini e nell’ultimo periodo esclusivamente. Mi sono innamorato di un uomo di 31anni bello e affascinante, intelligente e di poche parole, insomma, il mio ideale: per lui ho lasciato il mio vecchio partner 37enne, con cui ero stato un mese a scambiare baci e carezze e con cui non avevo mai fatto sesso, (non che non volessi, era lui che si tirava indietro, adducendo pretesti come l’impossibilità di trovare un luogo adatto per farlo etc.. ma a me sembra sintomo di altro, magari era ancora innamorato del suo ex, non voleva tradirne il ricordo, boh..), ho perso anche i piccoli lavori di volantinaggio che facevo con lui nei locali della città…
Comunque quest’ultimo uomo con cui sto mi piace veramente, ma come dire, abbiamo una sorta di ansia da prestazione, abbiamo un’erezione, ma non riusciamo a mantenerla, per esempio, per il sesso anale: in realtà io non mi sono mai trovato nella situazione in cui ero io a voler penetrare il mio partner, solitamente è stato il contrario, ma non l’ho mai vissuto con molto piacere, più che altro diventava un favore sessuale per l’altro, che di solito nei primi periodi di sperimentazione sessuale (si lo so, è brutto) non mi piaceva nemmeno così tanto. La prima volta che abbiamo fatto l’amore è stato un insieme di baci e carezze dolci, poi mi venne voglia di penetrarlo istintivamente, ma l’erezione veniva un po’ meno, rendendo tutto molto difficoltoso, la seconda volta è andata un po’ meglio, deduco quindi che si migliori con la pratica, ma esiste un modo per accelerare la rimozione di questo blocco sessuale, magari anche per il mio uomo?
Ringrazio in anticipo per la risposta, un abbraccio

In tutti i campi dell’attività umana “si migliora con la pratica” e, visto il tema, potrei sbrigarmela subito invitandovi a fare tanta pratica :). Ma, a parte la battuta, vorrei chiarire meglio cosa significa in realtà “fare pratica” e perché è sbagliato cercare scorciatoie.
Nell’attività sessuale infatti non si tratta, se non nell’adolescenza, di acquisire soluzioni tecniche cioè di imparare “come si fa” ma piuttosto di imparare chi sono io, cioè cosa desidero, e chi è l’altro, cioè cosa desidera. Tu stesso dici infatti, quasi con sorpresa, che istintivamente hai provato il desiderio di penetrarlo, hai dunque conosciuto un aspetto di te stesso che era fino a quel momento misconosciuto ed hai anche verificato che tra la prima e la seconda volta le cose sono migliorate. Eppure, se ci pensi, i gesti e la meccanica dell’atto sono le stesse. Cosa è dunque cambiato? Penso che sia aumentata la confidenza (parola che letteralmente significa “con fiducia”) sia con i tuoi desideri e sia con i desideri ed il corpo dell’altro.
Contrariamente a quello che molti pensano non si tratta di “ruoli” che presuppongono una fissità che non ha motivo di essere ma di emozioni che sono invece sempre provvisorie e che cambiano nel tempo e con i diversi partner che uno può incontrare, per questo trovo davvero adeguata la definizione che molti danno di se stessi: versatile, invece che i soliti attivo o passivo.
Se dunque non si tratta di acquisire abilità tecniche ma di conoscersi meglio è solo il tempo che potrà rispondere alle vostre domande ed è per questo che non esistono scorciatoie. Prova a pensare all’attività sessuale come all’apprendimento di una lingua straniera (non a caso la sessualità viene definita anche come un linguaggio del corpo), dopo aver appreso la grammatica (“come si fa”) solo con il tempo si apprenderanno le parole e soprattutto ognuno sarà in grado di capire cosa si vuole dire con le parole apprese. Non considerare le vostre difficoltà attuali come “un blocco sessuale” da superare il più velocemente possibile (ma chi vi corre dietro?) ma piuttosto come i primi, ancora incerti, passi di un percorso appena nato e dove non c’è nessuna meta da raggiungere se non quella di fare il viaggio insieme al tuo compagno (“bello e affascinante, intelligente e di poche parole “, ma cosa vuoi di più ? :)).
Un abbraccio a tutti e due!
dr. Francesco Allegrini
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Sesso

di Francesco Allegrini

Leggi   Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...