INDIPENDENZA DAI GENITORI

di

Un giovane gay, economicamente dipendente dai genitori, ne dipende anche per tutte le decisioni che riguardano la sua vita?

643 0

Dunque : io sono gay , lavoro part-time in ambiente gay , ma dipendo ancora economicamente da una famiglia estremamente omofoba e castrante ( e con essa convivo) che però non sa niente di me. Se la mia famiglia venisse a sapere di me e del lavoro che faccio sarebbe autorizzata a farmi lasciare il lavoro che ho perchè non approva le mie scelte o il mio ambiente ? Ed è legittimata a mandarmi in mezzo alla strada se crede ? Quali sono i miei diritti e quali sono i suoi ?

Michele

Caro Michele,

nella tua lettera non mi dici la cosa più imoprtante: sei ancora minorenne o hai già compiuto 18 anni? Le cose cambiano sensibilmente a seconda se tu sia oppur no già maggiorenne. Se sei ormai maggiorenne ed hai un lavoro che, bene o male, ti consente una certa autonomia economica, effettivamente i tuoi genitori possono anche metterti alle strette e, come si suol dire, buttarti fuori di casa. Ser sei ancora minorenne, invece, le cose stanno in maniera diversa. I genitori, infatti, non solo non possono cacciarti di casa, ma hanno anche il dovere di continuare a mantenerti per quella parte in cui tu col tuo lavoro non ce la fai a raggiungere una completa autonomia. A fronte di questi tuoi diritti come minore, sta però anche il diritto loro di intromettersi nella tua scelta lavorativa, sostenendo che l’ambiente che tu frequenti non sarebbe a te confacente e comunque che essi sono contrari ad esso. Il che non significa che tu dovresti lasciare il lavoro e subire passivamente la loro decisione. Quando tu parli di "lavoro part-time in un ambiente gay" do per scontato che non fai marchette su un marciapiede, ma che lavori seriamente, magari in un bar gay o cose simili. In tal caso penso che, anche se sei ancora minorenne, tu possa far valere il tuo diritto di mantenere il lavoro senza che per questo cessino i doveri dei tuoi genitori. Consentimi però una nota extragiuridica: pensi proprio che i tuoi genitori, quando sapessero della tua omosessualità e del tuo lavoro, dopo i primi fuochi e le prime fiamme non si darebbero pace, constatando che l’essere gay, almeno nel caso tuo, ti ha aiutato a trovare un buon lavoretto?

Avv.Ezio Menzione

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...