L’AMANTE DOMINATORE

di

«Lui è dominatore, e io mi sono sottomesso...»

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
779 0
779 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Carissimi, mi spiace approfittare di uno spazio come questo soltanto per porle i miei modesti problemi…ma l’occasione fa l’uomo ladro!

Verrò subito al dunque: vivo in una realtà di coppia da tre anni, e solo recentemente, grazie all’aiuto del mio psicoterapeuta, ho, come dire, "visto", una realtà che consciamente non ho mai voluto accettare.

La realtà in questione consiste nel fatto che il mio partner, con l’aiuto di alcune situazioni di fatto, ha costruito una specie di "roccaforte" attorno a se stesso, e pare che l’unico modo per riuscire a penetrarla sia "sottomettersi". Eh, già, pare che la sua natura sia quella di dominare, in tutto, compresi gli aspetti più banali della vita ma non solo (dove andare in vacanza, quando vedersi, dove e soprattutto imponendomi di essere sempre io quello che "si sposta" da casa perché ci si possa vedere).

Per tutto questo tempo ho accettato senza fiatare queste "condizioni", ma adesso sono stanco di subire. Mi rendo conto che il comportamento del mio partner è irrecuperabile (forse anche perché fa parte della sua natura), e sempre più spesso penso di interrompere la nostra relazione, per due motivi: anzitutto, il fatto che io stia provando a "ribellarmi" alle condizioni imposte da lui viene vista come una carenza d’amore, come un rifiuto… e poi, ad aggravare la situazione, c’è il fatto che lui non è il tipo di uomo che mi attrae…

Vorrei avere il coraggio di prendere una decisione…ma ho paura di quanto può accadere dopo…della solitudine…del rischio di attraversare la vita da solo…

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...