L’importanza dello stile di vita per la salute sessuale

di

L'eiaculazione precoce o la disfunzione erettile possono essere sintomi di altri problemi. Il ricorso al mercato illegale dei farmaci contraffatti rischia di peggiorare la situazione.

8641 0

La salute sessuale è importante per il benessere generale dell’uomo. Una vita sessuale soddisfacente infatti influisce sull’equilibrio della vita quotidiana. Inoltre i problemi sessuali sono il segnale che qualcosa nella salute generale non va. Molti uomini però non sanno che gran parte dei disturbi della sfera sessuale dipendono da comportamenti errati e da uno stile di vita scorretto.

Il fumo, l’abuso di alcool e droghe, un’errata alimentazione, una vita troppo sedentaria possono influire negativamente sulla funzione sessuale e possono essere alla base di disturbi e disfunzioni. Anche lo stress e l’ansia possono avere degli effetti deleteri a livello sessuale e riproduttivo. Infatti sono tra le principali cause di problemi molto diffusi come l’eiaculazione precoce o la disfunzione erettile.

Oltre a questi aspetti legati direttamente alla salute vanno considerati poi dei comportamenti che influiscono più a livello psicologico. Ad esempio il ricorso frequente e continuato alla pornografia online si ripercuote sulla salute sessuale provocando problemi di erezione, calo della libido, disturbi dell’eiaculazione e dell’eccitazione soprattutto nei giovani. Anche un eccesso di masturbazione o una masturbazione troppo vigorosa possono portare a disturbi della sessualità. Inoltre sia l’eccesso di porno che di masturbazione possono causare dipendenza e avere delle ripercussioni a livello psicologico e relazionale.

Nonostante si stimi che siano molti gli uomini con problemi sessuali, questi argomenti rimangono ancora tabù per molti e l’imbarazzo spesso è il motivo per cui una buona parte di coloro affetti da questi disturbi non si rivolgono ad un medico e trascurano la loro condizione. L’eiaculazione precoce è la più frequente malattia sessuale maschile, colpisce tra il 20 e il 30 per cento degli uomini tra i 18 e i 65 anni – circa 4 milioni in Italia. Per quanto riguarda invece la disfunzione erettile, altro disturbo sessuale molto diffuso, si conta che almeno 1 uomo su 10 ne sia affetto. Le stime però sono solo approssimative proprio perché una larga percentuale di uomini con questi problemi tende a nasconderli per vergogna, preferendo il silenzio e a volte la medicina ‘fai da te’.

Infatti, uno dei problemi legati a questi disturbi e al relativo imbarazzo che creano è il ricorso al mercato illegale dei farmaci contraffatti e delle farmacie online non autorizzate. I farmaci contro l’impotenza sono tra i prodotti più contraffatti al mondo e generano un business da milioni di dollari, e sono anche tra i farmaci più commercializzati illegalmente sul web. Questo ovviamente, oltre a sostenere un’ampia rete criminale, produce un rischio molto alto per la salute. Il punto è che purtroppo gli uomini che si rivolgono alla rete per risolvere il loro problema spesso non sanno che si possono affidare a delle farmacie online affidabili e serie, cadendo nella rete di quelle che si spacciano come tali o che offrono prezzi stracciati.

Ci sono però delle farmacie online autorizzate che si occupano della vendita di farmaci originali online e che offrono un consulto medico e una prescrizione. Dei medici registrati si occupano di valutare i questionari medici dei pazienti e di rilasciare la prescrizione medica per il rilascio dei farmaci originali attraverso una farmacia registrata e autorizzata. Tutto nel pieno della legalità e della sicurezza. Anche se suona strana l’idea del consulto online, questo è un modo molto trasparente ma discreto per avvicinarsi al medico ed esporre i propri problemi sessuali. Attraverso la compilazione di un questionario online insomma si può superare quello che è il blocco dovuto all’imbarazzo e per curare problemi come l’impotenza o l’eiaculazione precoce.

Leggi   Sesso gay nei bagni pubblici: inaugura la mostra

di Claudio Signori

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...