“MI PIACCIONO I MATURI”

di

"Come faccio a dire ai miei genitori che sono gay e che mi piacciono i 55-60enni?" Risponde una mamma dell'Agedo: "Tu scegli la soluzione di comodo della riservatezza...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
2401 0
2401 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Come faccio a dire ai miei amici ma soprattutto ai miei genitori che sono gay e che mi piacciono gli uomini maturi, 55enni 60 enni, mi posso mai presentare a casa e dire: "Salve vi presento il mio ragazzo". E’ già difficile accettare l’omosessualità, è difficilissimo accettare il compagno figuriamoci quando ha l’età di tuo padre se non più grande.

E allora si va avanti con bugie, fughe improvvise, mille scuse, ma sempre meglio di dire la verità e passare per un malato, finire da un medico che vorrà convincerti che negli uomini cerco la figura paterna, e farmi sentire in colpa ,ma vaffanculo!

Ho imparato ha eliminare il senso di colpa, dando anche un taglio netto con la Chiesa, vivo i miei rapporti serenamente e sono sempre più convinto che la vita privata, in quanto tale, non vada raccontata agli altri (situazione di comodo), così quando mi chiedono con chi vado, con chi faccio sesso, ho iniziato a rispondere seccamente: "fatevi i cazzi vostri". Ora nessuno mi chiede più niente.

Ho 27 anni, ho un buon rapporto con i miei genitori (certo non ci diciamo ti voglio bene, non ci abbracciamo ma…), ottimo con i miei amici, nessuno sa di me.

Da qualche giorno però, i figli del mio uomo, sanno del padre, sanno che va con gli uomini, lui è disperato e pronto a lasciare la famiglia per me, cosa che ovviamente gli ho sconsigliato, anche perchè io non sarei disposto a perdere tutti per un rapporto che sinceramente, vista la differenza di età, non ha solide basi. Inoltre la paura che un suo gesto malsano, in preda alla disperazione, mi sputtani davanti a tutti, mi pervade e mi inquieta.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...