MILITARE IN CARRIERA

di

Cosa rischia un gay che ha scelto la vita militare?

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Sono militare in carriera ed ho già buoni vent’anni di servizio, amo moltissimo il mio lavoro ed ho paura che la mia diversità me lo possa far perdere; cosa è consigliabile fare legalmente nel caso in cui venga "provata" la mia omosessualità per poter rimanere in servizio, o nella peggiore delle ipotesi essere risarcito dei danni morali e materiali che mi arrecherebbe l’essere riformato???

Grazie infinitamente per la risposta che mi andrete a dare!

Mario

Caro Mario,

il tuo orientamento sessuale non dovrebbe avere alcuna rilevanza per la tua carriera militare (a meno che tu non sia nell’arma dei Carabinieri, per i quali vige un regolamento a parte). Ciò che conta è un comportamento moralmente corretto: e come ben si sa, si può essere eterosessuali immorali o omosessuali moralmente ineccepibili e viceversa. Se i tuoi superiori dovessero trarre spunto dalla tua omosessualità per minacciarti l’espulsione o per espellerti, puoi inoltrare un ricorso gerarchico contro l’espulsione e, dopo quello, un ricorso al TAR. Le possibilità di vincere non sono poche. Una volta ottenuta ragione potresti chiedere anche i danni, ma quello è un gradino successivo.

Inutile dire che prudenza consiglia che tu conduca la tua vita sessuale lontano dalla caserma e dal servizio! Spero proprio che non ti accada niente.

Avv.Ezio Menzione

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...