MONEY, MONEY, MONEY!!

di

Natale: si aprono le danze alla corsa folle dei regali natalizi.

833 0

Un flash di "fantozziane" memorie mi coglie improvviso, ridacchiando da sola, mi gusto questa scena memorabile: albeggia un giorno come tanti, nebbia in Val padana, Babbi Natali scendono dal cielo sopra improbabili slitte, trascinate da improbabili renne bolse e stanche, decine e decine di persone accalcate davanti ai negozi, attendono l’ora fatidica dell’apertura, pronte ai blocchi di partenza, quando finalmente si aprono le porte dell’antro di

Alibabà. Spintoni, pestoni, strattoni, alitate, colpi di ascella micidiali, un vero sterminio; sono le famose " corse" ai regali last minute, un rito scellerato di acquisti dispendiosi e spesso inutili, fidandomi del buon gusto che ci contraddistingue, credo che nessuna di noi in realtà voglia sottoporsi a tale martirio, prepariamoci quindi a questo rito anticipando i tempi e con uno spirito gioso e semplice.

Un regalo è soprattutto un pensiero, ha quindi connotazioni di leggerezza, che diventano decisamente più "pesanti" quando iniziano ad assottigliare il nostro portafoglio, allontaniamoci se possibile dal teorema " bello-uguale-caro", un regalo molto spesso è per altri, evitiamo quindi di regalare ciò che piace a noi, rischieremmo di incorrere in " flop" indimenticabili, quanto imbarazzanti e vedremmo il nostro indice di gradimento scendere precipitosamente. Scegliere un regalo è un prezioso e divertente – dipende dal soggetto- lavoro di ricerca che infondo esalta il nostro spirito narcisistico, lasciatevi trasportare in questo mondo di forme, colori, sapori. Consiglio alle amanti dello stile " minimal " vasi-contenitori per fiori a stelo lungo in essenze di legno palissandro, tovagliette americane in rafia intrecciata nei colori naturali, ferma-libri prodotti da madre natura e ricavati da sassi di fiume opportunamente ripuliti ed eventualmente decorati a mano; semplicità, essenzialità e i colori della terra sottolineano una scelta di questo tipo. Per un regalo di ispirazione "zen" ho pensato ad un vassoio in ferro arrugginito naturalmente di forma rettangolare, accompagnato da teiera dell’artigianato nepalese, ciotole in legno, ciabatte infradito in paglia di riso, cuscini "zafus" in tela nera per la meditazione, incensi e porta-incensi di manifattura artigianale. Uscendo da questa atmosfera rarefatta e spirituale, serpeggia il desiderio di trasgredire, lo spirito è forte, ma la carne….si sa; carta da lettere in riso, rosso carminio, decorata a mano con inchiostro dorato, di manifattura nepalese, per scrivere inconfessati desideri o ciò che meglio preferite, importante è che non sia la lista della spesa. Rossa è la tovaglia di canapa naturale, "sbordata" volutamente dalla " moda" che la vuole decostruita, meno ammiccanti, ma certamente confortevoli e utili sono le pantofole antiscivolo, con motivi nordici, invitante lo scaldotto trapuntato, di vari colori, così " definito " nelle dimensioni costringe al contatto, magari davanti ad un camino, sopra ad un tappeto in lana – ci si augura

sempre che non punga- di manifattura svedese, bicchieri ambrati in vetro riciclato delle botteghe equo-solidali, pregustano l’assaggio ad un Rosso d’eccezione. Per chi abbraccia l’interculturalità, un dono dal sud del mondo,belle e particolari le maschere indonesiane, simulacri di dei e riti propiziatori, rilassante il "bastone della pioggia" di provenienza Mali ricavato da una canna di bambù e colmo di semi, in tema con la Festività e dall’aspetto un po’ meno consumistico sono i presepi, vere e proprie opere di abilità manuale, di ottimo gusto ed eterogenea provenienza; chi ama la pittura su tessuto, potrà scegliere fra coloratissimi Batik, di varie dimensioni e disegni, e di molteplici usi; da incorniciare,- consiglio per la cornice, forme irregolari e rami-, da usare come tovaglietta e copri poltrona se le dimensioni lo consentono, da indossare come pareo-siamo già stanche dell’inverno-. Per le adepte del hight-tech auricolari super-tecno, esteticamente appaganti, ma costosi, misura bioritmo, sempre utile per evitare magre figure , posate in acciaio tedesco dal design pulito e glaciale, per "inviti a cena con delitto", piccoli elettrodomestici, divertenti ed economici, modello "sono la regina della casa"; per un regalo utile e pratico. La saga " orgiastica" dei doni spegne le luci alle proprie vetrine . Mi raccomando, buon acquisti,e……alla prossima.

Leggi   Estate 2017: i consigli della Marchesa d'Aragona per essere chic anche sotto l'ombrellone
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...