POCO SEX. SONO UN GAY DIFETTOSO?

di

Un lettore scrive: "I miei amici fanno nuove amicizie passando per il letto. Io non ho interessi sessuali simili ai loro (saune etc). Sono destinato alla riconversione? Sono...

742 0

Ciao, seguo con molto interesse questa rubrica e spero di avere una delucidazione riguardo un mio problema. Il fatto è che ho una libido credo normale, ma assolutamente insignificante per i ragazzi con cui sono stato e con cui forse starò.
A volte mi chiedo se sono davvero gay o solo omoaffettivo. Ho avuto belle storie, positive, ma dopo qualche mese , con l’ altra persona, si ripresenta lo stesso copione delle storie precedenti: lui si lamenta della frequenza con cui facciamo sesso, si lamenta del fatto che non si sente apprezzato sessualmente, quando potrebbe avere decine di pretendenti al seguito, che io sono uno che si stufa presto delle persone , etc etc. E li cominciano i problemi. A me monta l’ansia di prestazione, e sapere che la persona si aspetta la prova d’amore, mi fa scemare l’interesse in maniera definitiva ! L’ultimo ragazzo che ho avuto, mi ha anche detto che dubita che io sia gay, sono solo un etero che ha problemi con le donne!
Questa cosa mi fa riflettere, forse dovrei andare dallo psicologo? Ho una libido decisamente fuori dagli schemi gay, questa cosa mi crea problemi. Ho notato che i miei amici sono soliti fare nuove amicizie passando prima per il letto e difatti hanno una caterva di amici su cui contare, io ne ho 2 o 3, e faccio fatica a tenerli, perchè non ho interessi sessuali simili ai loro ( saune etc ). Sono destinato alla riconversione? Sono un gay difettoso?
CG

Continua in seconda pagina^d
Bella la definizione del tuo ex 🙂 ma credo che un etero che abbia difficoltà con le donne non per questo faccia sesso con i maschi e tanto meno se ne innamori… Non credo neppure che tu sia un gay difettoso, penso semplicemente che potresti avere una sessualità meno esuberante di altri.
Il pregiudizio che i gay siano tutti erotomani assatanati sempre pronti a fare sesso è duro a morire anche tra gli stessi gay. Come per gli etero così per i gay è del tutto normale che la frequenza dei rapporti sessuali diminuisca con l’età e se pensi che dopo i 31 anni di età la metà dei gay intervistati (ed il 60,7% delle lesbiche) è felicemente accoppiata…(ricerca Modidi condotta da ArciGay ed Istituto Superiore di Sanità su 6774 questionari).
Tu però parli di frequenza dei rapporti all’interno della coppia gay e su questo aspetto specifico non ci sono dati. Se consideriamo invece la popolazione italiana maschile nel suo complesso secondo la Global Sex Survey del 2005 i maschi italiani hanno circa 2 rapporti alla settimana. Ma anche se questi dati statistici potranno forse farti sentire meno “diverso tra i diversi” comunque non risolveranno il tuo malessere.
Nella tua domanda mancano troppi dati per poter anche solo formulare una ipotesi tuttavia il solo fatto che questo problema tende a ripetersi ciclicamente dovrebbe suggerirti di parlarne con uno psicologo o con un sessuologo. Non per “riconvertirti” ma solo per capire se questo problema nasce dal fatto che sinora non hai incontrato un partner con le tue stesse esigenze oppure nasce da qualche problema sottostante e che andrebbe approfondito.
Nella tua domanda c’è anche un cenno sull’amicizia ma credo che dovresti distinguere tra amanti ed amici. Un amante può certamente trasformarsi in un caro amico ma è molto più difficile che accada il contrario. L’amicizia nasce da interessi e sensibilità comuni ed è per questo che guardo sempre con favore al costituirsi anche in Italia di gruppi ed associazioni (anche informali) che originano da un interesse comune ai partecipanti piuttosto che dalla sessualità comune (così trovi gay che vanno a nuotare insieme, quelli che giocano a tennis, quelli che organizzano gite o scampagnate, ecc). E se provassi a cercare nuovi amici in questo modo ? Non esistono solo le saune…
Dott. Francesco Allegrini
Per fare la tua domanda agli esperti, compila il form che trovi in fondo alla pagina cliccando qui.

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...