QUANDO DICHIARARSI POSITIVO

di

«Ho l'Hiv; sono andato con un ragazzo in sauna, e non ho avuto il coraggio di dirglielo. Ma devo proprio?» L'esperto assicura: «La legge dice che hai 'solo'...

992 0

Caro prof. Allegrini,

oggi mi é capitato di andare in una sauna ed ho incontrato un ragazzo bellissimo e non ho potuto fare a meno di andarci. Ma il mio problema è che sono sieropositivo ormai da due anni, sono in cura, prendo una medicina antiretrovirale (trizivir) e periodicamente faccio analisi ma non ho avuto il coraggio di dirglielo. Tra l’altro abbiamo avuto rapporti entrambi sia attivi che passivi e per lui essere passivo é stato per la prima volta con me. L’ha fatto, perchè ho capito anche in poco tempo che mi ama. Ma al termine quando stavamo per farci una doccia mi ha chiesto se avevo malattie ed io freddamente gli ho risposto di no anche risentito ma adesso me ne pento. Poi ho scoperto che è uno psicologo e questo si spiega perchè mi ha fatto questa domanda, l’avrà letto nei miei occhi.

Comunque nella penetrazione abbiamo avuto rapporti protetti, solo nel rapporto orale all’inizio l’abbiamo avuto senza protezione ma subito dopo mi sono messo il preservativo. Spero di non avergli trasmesso il virus! perchè io lo amo e se non gli ho detto niente é stato solo per non farlo andare via. Ci siamo baciati moltissimo. Ma con il bacio si trasmette?Anche se sono in cura posso averglielo attaccato? Io penso che sicuramente lui andrà a farsi il test. Io vorrei iniziare una bella storia d’amore con lui ma non so come fare. Per me é un rifugio, perchè ho sempre avuto una vita molto soffocante dovuta all’attaccamento morboso di mia madre che ancora non sa o fa finta di non saperlo che sono gay. Ci siamo scambiati il telefono ma se dovessi rincontrarlo devo proprio dirglielo che sono sieropositivo? Ma come facciamo a vivere normalmente se abbiamo questa spada di damocle alle spalle?Quando arriverà la cura definitiva?Io poi me lo sono preso stupidamente con un rapporto orale ma non mi ricordo con chi, questo perchè c’é pochissima informazione perchè io da ignorante pensavo che con il rapporto orale non si prendesse. Forse mi sono dilungato un pò troppo e mi scuso.

Aspetto una sua risposta in merito

Matteo

Caro Matteo,

per prima cosa vorrei dirti che non sono un Professore ma un Dottore!

Dato che lavoro in un Reparto di Malattie Infettive e seguo molti pazienti con HIV potrai immaginare che la domanda sul dirlo o non dirlo e quando dirlo è tra le più frequenti.

Dal punto di vista legale non esiste nessun obbligo per un sieropositivo di dire della propria situazione ma esiste l’obbligo di fare esclusivamente sesso protetto dal preservativo cioè di non far correre rischi ad una persona inconsapevole. Del resto uno potrebbe non sapere di essere sieropositivo e dunque l’obbligo è quello di proteggersi, e questo vale per entrambi, non è che uno sieronegativo si deve proteggere solo se fa sesso con un sieropositivo, si deve proteggere sempre e con tutti!

Io consiglio ai miei pazienti di usare sempre le precauzioni ma di aspettare a rivelare la propria sieropositività. Tale consiglio nasce dal fatto che, a mio parere, bisogna lasciare tempo all’altro di conoscerci e di giudicarci per quello che siamo complessivamente ed anche per il sieropositivo vale la stessa cosa: perché dirlo se magari poi si scopre che quel ragazzo che ci era tanto piaciuto a letto non è però uno di cui ci si innamora? Ed in effetti non capisco come tu possa dire di amarlo dopo una sola volta che ci sei stato insieme!

Per quanto riguarda i rapporti che avete avuto non credo che siano stati rischiosi infatti con i baci e con i rapporti orali, senza passaggio di sperma in bocca, non si trasmette l’HIV e se i rapporti anali sono stati protetti non avete corso dei rischi. Non credo che uno psicologo sappia leggere negli occhi e penso che se lui ti ha chiesto qualcosa è probabilmente perché hai indossato il preservativo subito dopo aver iniziato un rapporto orale, cosa che non è molto frequente…

Non so come tu possa essere certo di esserti infettato con un rapporto orale ma se è così è perché hai avuto lo sperma in bocca. Il fatto che solo da due anni tu sappia di essere sieropositivo può spiegare perché vivi ancora in maniera confusa certe situazioni che possono capitare. Ti consiglio di parlare di più con il medico che ti segue sia riguardo i possibili modi di infettarsi sia riguardo i problemi psicologici che un paziente può trovarsi a vivere. Prova anche a vedere il Forum che le persone sieropositive hanno su gay.it (clicca qui) perché confrontarsi con l’esperienza di altri nella tua stessa situazione può esserti molto utile.

Leggi   Il principe Harry ritira il premio LGBT in onore di Lady D e la ricorda: "Ha lottato contro omofobia e stigma da HIV"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...