RIUNIRE LA COPPIA

di

Argentino di origine naturalizzato italiano, vuole ricongiungersi con il suo compagno rimasto in Sud America. Ma l'esperto presenta una situazione poco rosea: in Italia le leggi non lo...

732 0

Caro Leo,

dovete scusarmi per gli errori d’ortografia, ma l’italiano non è la mia lungua, comunque cercherò di farmi capire.

Io sono italo/sud-americano, vengo dall’Argentina e sono a Milano da un anno, ho un bel lavoro in un albergo a 5 stelle, e adesso avrò pure il mio appartamento nelle vicinanze di Milano.

Io ho lasciato lì il mio compagno, che siamo insieme da 10 anni!!!! (vedete, che si puo!), il nostro e un’amore che solo conosco quello dei nostri genitori, vale a dire che ci vogliamo tanto, che non riusciamo a stare piu lontani uno dal’altro.

Pero… C’è un probblema, ed e che il mio compagno non ha nessuna possibilita di avere un permesso di soggiorno lungo che non sia quello di turista, perche non ha nessuna radice europea, e siccome gia en noto, la giu in Argentina non si puo vivere piu, non c’è lavoro, nemenno nessuna speranza di vita, perche e tutto crollato.

Allora, esiste la posibilita di chiedere il ragiungimento di famiglia, anche se per le leggi italiani e quelle argentini non e valido? quale e il migliore modo che lui possa venire qui, a stare accanto a me, continuare ad avere la felicissima vita che abbiamo avuto durante questi 10 anni?.

Eppoi, posso chiedere che lui abbia gli stesi diritti che ho io come italiano?

grazie

tweety

Caro Tweety,

il problema che tu poni diventa sempre più assillante. Non solo per casi come i tuoi, in cui tu, cittadino italiano ma di origine straniera, vorresti far venire in Italia il tuo compagno, ma anche per i moltissimi casi di italiani anche di origine, che vorrebbero legarsi stabilmente ad un compagno (o ad una compagna, se sono lesbiche) extracomunitario ed invece non hanno alcun diritto al cosiddetto ricongiungimento.

Il diritto al ricongiungimento, infatti, riguarda solo i coniugi e, nella misura in cui in Italia non vi è né il matrimonio nè il riconoscimento dell’unione fra persone dello stesso sesso, il ricongiungimento con il partner extracomunitario non è concesso.

Nel caso tuo, il tuo compagno sudamericano ti può raggiungere per brevi periodi, con un visto per turismo o, se del caso, per studio. Ma non è consentito farlo venire in Italia perché viva stabilmente con te.

L’unico modo per farlo stare a lungo in Italia è trovargli un contratto di lavoro e chiamarlo: a questo punto lui potrà rimanere con un permesso di lavoro fintanto che dura il lavoro e, nel mentre è sotto contratto, potrà inserirsi nei cosiddetti "flussi", vale a dire in quel numero di extracomunitari che a ondate cicliche vengono regolarizzati con un permesso permanente.

Altra questione è farlo divenire cittadino italiano come te; ma questo mi sembra molto meno importante: Non è nemmeno detto che lui lo voglia.

La situazione, come vedi, non è rosea, ma è il risultato diretto dell’arretratezza della legge italiana che non riconosce ad alcun fine le unioni omosessuali ed opera così un’evidente discriminazione rispetto agli etero.

Speriamo che le cose cambino presto.

Avv. Ezio Menzione

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...