T’AI CHI, ANTICO BENESSERE

di

Panacea per ogni male, arte marziale e ginnastica completa. In Cina lo praticano da millenni e in Italia si sta diffondendo sempre più. Per un corpo sensuale e...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
560 0
560 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il T’ai Chi Chuan è una arte marziale cinese antica di millenni: solo di recente però è stata riscoperta e valorizzata in Occidente come salutare disciplina psicofisica. Il T’ai Chi infatti è un ottimo metodo per ottenere salute e longevità: una combinazione di esercizi semplici ma rigorosi e di rilassamento mentale che porta pace alla mente e salute al corpo. Pensate allo stress come uno scarabocchio su di un pezzo di carta: il T’ai Chi è la gomma da cancellare. Al contrario dell’aerobica, che fa lavorare il corpo mentre distrae la mente con della musica ritmica, il T’ai Chi sviluppa e coltiva la mente. È un esercizio che trascende il tempo in cui lo si pratica, perché si finisce per portarsi dentro per tutto il giorno la serenità che ti ha donato.

In qualsiasi documentario sull’Oriente e in particolare sulla Cina, sono presenti le immagini in movimento di centinaia e centinaia di persone che si muovono insieme nei parchi, all’unisono, seguendo un percorso preciso di mosse e respirazione. Ebbene, quei movimenti sono un insieme di meravigliosi elementi, uniti tra di loro come la più melodiosa delle musiche. Le forme di T’ai Chi uniscono la bellezza dell’estetica all’assoluto benessere psicofisico.

In occidente per molti anni c’è stato un malinteso sul T’ai Chi, ossia che fosse adatto solo a persone anziane. Questa è solo una delle innumerevoli facce dell’antica arte marziale.

Perché proprio di arte marziale si tratta, e come tale, serve anche per l’attacco e l’autodifesa. Basta semplicemente eseguire i movimenti delle forme più rapidamente del solito ed ecco che la "carezza alla criniera del cavallo selvaggio" diventa una presa al braccio dell’avversario che ci attacca e un colpo alla gola, e "respingere la scimmia" una schivata e attacco in successione rapida.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...