TENERE LA PROPRIA FIGLIA DA LESBICA

di

Una donna si trova, dopo un'esperienza matrimoniale e una figlia, a vivere la sua condizione di lesbica, ma si chiede se questo può pregiudicare il suo rapporto con...

799 0

Ciao, sono stata sposata per 15 anni. Da 2 sono separata legalmente. Ho una figlia di 13 anni che è affidata al padre consensualmente. Da circa un anno lei è tornata a vivere con me. Ho una relazione con una donna con la quale non convivo. Mio marito e mia figlia sono all’oscuro di questa relazione. Volevo sapere se mio marito potrebbe usare ai fini legali questa informazione per togliermi definitivamente mia figlia. In attesa ringrazio. Lella

Cara Lella,

la tua situazione mi sembra veramente delicata.

In assenza di un accordo o di buoni rapporti fra te e il tuo marito, è assai facile che questi si avvalga del fatto che tu sei lesbica e hai un rapporto stabile con una donna per vedere non solo confermato il provvedimento che assegna a lui la figlia minorenne, ma per limitare il tempo che tu stai con tua figlia e le modalità con cui stai con lei (per es.: la madre potrà vedere la figlia, ma non in presenza di sue amiche; oppure, non potrà vederla in casa sua, se ivi convive con altra donna o cose simili). Tutto ciò può avvenire, naturalmente, sfruttando il pregiudizio, condiviso dalla maggioranza dei magistrati, per cui un ambiente in cui una lesbica conduce la propria vita alla luce del sole non sarebbbe un ambiente "sano" per un minore.

Mi sembra vi siano però due fattori positivi: il primo è che tu non convivi stabilmente sotto lo stesso tetto con altra donna e quindi per tuo marito dimostrare che la tua vita fuori casa sarebbe nociva per la figlia non dovrebbe essere tanto facile; il secondo, che comunque la figlia non può essere tolta alla madre "definitivamente" (se non in casi assolutamente gravissimi) e dunque pur sempre dovranno essere trovate delle modalità con cui la figlia possa stare anche con la madre.

Se tu dovessi andare ad una lite legale su questo punto, il mio consiglio è di avere un atteggiamento di assoluta dignità e di rivendicazione a testa alta delle proprie scelte.

Avv.Ezio Menzione

di Ezio Menzione

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...